Shared posts

19 Jul 07:33

Danil,

by Akshay Nihalaney

Danil,

This blog post is using an earlier version of angular material and is out of date if you’re using the latest version. I have it fixed in later part of the series. I just haven’t got around to update this post.

Thanks for the updated code. Hope it helps others reading.

28 Apr 22:35

A Definition Doesn't Blush

by Oliver Widder
04 Apr 18:32

Lavorare meno, lavorare Tutti

Non esiste un unico approccio alla riduzione dell’orario, esiste invece l’esigenza di ricostruire il nesso tra lavoro e libertà. [Simone Fana]
16 Feb 06:49

Announcing TensorFlow 1.0

by Open Source Programs Office
Originally posted on the Google Developer Blog

In just its first year, TensorFlow has helped researchers, engineers, artists, students, and many others make progress with everything from language translation to early detection of skin cancer and preventing blindness in diabetics. We're excited to see people using TensorFlow in over 6000 open source repositories online.

Today, as part of the first annual TensorFlow Developer Summit, hosted in Mountain View and livestreamed around the world, we're announcing TensorFlow 1.0:

It's faster: TensorFlow 1.0 is incredibly fast! XLA lays the groundwork for even more performance improvements in the future, and tensorflow.org now includes tips & tricksfor tuning your models to achieve maximum speed. We'll soon publish updated implementations of several popular models to show how to take full advantage of TensorFlow 1.0 - including a 7.3x speedup on 8 GPUs for Inception v3 and 58x speedup for distributed Inception v3 training on 64 GPUs!

It's more flexible: TensorFlow 1.0 introduces a high-level API for TensorFlow, with tf.layers, tf.metrics, and tf.losses modules. We've also announced the inclusion of a new tf.keras module that provides full compatibility with Keras, another popular high-level neural networks library.

It's more production-ready than ever: TensorFlow 1.0 promises Python API stability (details here), making it easier to pick up new features without worrying about breaking your existing code.

Other highlights from TensorFlow 1.0:
  • Python APIs have been changed to resemble NumPy more closely. For this and other backwards-incompatible changes made to support API stability going forward, please use our handy migration guide and conversion script.
  • Experimental APIs for Javaand Go
  • Higher-level API modules tf.layers, tf.metrics, and tf.losses - brought over from tf.contrib.learnafter incorporating skflowand TF Slim
  • Experimental release of XLA, a domain-specific compiler for TensorFlow graphs, that targets CPUs and GPUs. XLA is rapidly evolving - expect to see more progress in upcoming releases.
  • Introduction of the TensorFlow Debugger (tfdbg), a command-line interface and API for debugging live TensorFlow programs.
  • New Android demos for object detection and localization, and camera-based image stylization.
  • Installation improvements: Python 3 docker images have been added, and TensorFlow's pip packages are now PyPI compliant. This means TensorFlow can now be installed with a simple invocation of pip install tensorflow.
We're thrilled to see the pace of development in the TensorFlow community around the world. To hear more about TensorFlow 1.0 and how it's being used, you can watch the TensorFlow Developer Summit talks on YouTube, covering recent updates from higher-level APIs to TensorFlow on mobile to our new XLA compiler, as well as the exciting ways that TensorFlow is being used:

Click here for a link to the livestream and video playlist
(individual talks will be posted online later in the day).
The TensorFlow ecosystem continues to grow with new techniques like Foldfor dynamic batching and tools like the Embedding Projector along with updatesto our existing tools like TensorFlow Serving. We're incredibly grateful to the community of contributors, educators, and researchers who have made advances in deep learning available to everyone. We look forward to working with you on forums like GitHub issues, Stack Overflow, @TensorFlow, the discuss@tensorflow.orggroup, and at future events.

By Amy McDonald Sandjideh, Technical Program Manager, TensorFlow

13 Dec 17:42

Paolo Gentiloni

by stark

(Roma, 1954)

Discendente di una nobile famiglia marchigiana – anche se da alcuni giorni parla con un fastidioso accento fiorentino – il suo anno di nascita coincide con l’inizio delle trasmissioni Rai: per nostalgia, da allora vede tutto in bianco e nero. Appassionato di calcio fin da piccolo, ma non particolarmente dotato tecnicamente, nelle partite con gli amichetti veniva scelto solo quando non c’erano più alternative, caratteristica che manterrà anche nel corso della sua carriera politica.

Affascinato dai movimenti studenteschi, a sedici anni smette di pettinarsi e scappa di casa desideroso di ribellarsi al sistema, alla classe dominante e al pasticcio di fagiano troppo cotto, quindi aderisce alla sinistra extra-parlamentare (sì, all’epoca era necessario specificarlo). Per otto anni dirige la rivista di Legambiente, uccidendo così milioni di alberi, poi negli anni ’90 incontra Francesco Rutelli, di cui inizia progressivamente ad assumere le sembianze. Diventa quindi responsabile della comunicazione della Margherita – ma questo nel curriculum non l’ha messo – finché nel 2006 viene scelto come ministro delle Telecomunicazioni da Romano Prodi, che gli affida il delicato compito di sintonizzargli il digitale terrestre; trascorrerà il resto del suo mandato nel vano tentativo di modificare la legge Gasparri, mettendo le “h” e gli apostrofi che mancavano.

Confluito nel Partito Democratico per ambire a un nuovo livello di irrilevanza, nel 2012 annuncia via Twitter la sua candidatura a sindaco di Roma (ottenendo ben 9 “mi piace”*) ma la sua corsa si interrompe ben presto: alle primarie di Centrosinistra viene superato da Ignazio Marino, David Sassoli e da un frigorifero.
Nel 2014 sostituisce Federica Mogherini nel ruolo di persona che non vorresti mai incontrare in aeroporto, poi alla caduta del governo riceve dal Quirinale l’incarico di primo ministro: Mattarella voleva qualcuno che non oscurasse la sua personalità. Molti sostengono che sia stato messo lì da Renzi, ma lui smentisce categoricamente: “È stata la fatina dei denti”.

* * *

Autori: foisluca84. il mago di floz, samba, comagirl00, pirata21, guli1979, paolinorota, konti, novevonbismarck, boda, luca’s jokes, starburst, a.mazed.

Illustrazioni: semola, lughino.

* * *

[Messaggio promozionale: è arrivata l'Agenda Spinoza 2017!]

04 Dec 11:35

Morgan (2016) 1080p BRRip 5.1CH 1.3GB nItRo

by admin
Story Line: A corporate risk-management consultant must decide whether or not to terminate an artificially created humanoid being. http://www.imdb.com/title/tt4520364/ [FORMAT]:………………………….:[ Matroska [GENRE]:………………………… .:[ Horror | Mystery | Sci-Fi [FILE SIZE]:……………………….:[ 1.3GB [NO OF CDs]:……………………….:[ 1 [RESOLUTION]:………………………:[ 1920×808 [LANGUAGE ]:……………………….:[ English …

Read more »

31 Aug 14:30

La neutralità della Rete in Europa è salva, svolta epocale

by Dario D'Elia

Il Berec, l'organismo regolatore europeo per le comunicazioni elettroniche, ha appena pubblicato le linee guida sulla neutralità della rete a cui dovranno adeguarsi tutti gli stati membri. Si tratta di una vittoria per tutti coloro che hanno manifestato per il rispetto dei diritti digitali e le libertà online.

10 Feb 18:29

Ucraina: le strane minacce di Barack Obama

by Edoardo Capuano

Putin, Merkel, HollandeLa minaccia del presidente degli Stati Uniti Barack Obama che “tutte le opzioni” sono aperte in Ucraina si sta rivelando una spacconata.

Ironia della sorte, gli Stati Uniti sono stati mollati da due stretti alleati, la cancelliera tedesca e il presidente francese, chiamando il bluff di Washington, mentre il Presidente russo Vladimir Putin assiste a cose più importanti, celebrare l’anniversario delle Olimpiadi invernali di Sochi (che Obama aveva boicottato) e preoccuparsi della Casa Bianca che rimugina se armare l’esercito ucraino con armi statunitensi.

Merkel ha calmato un po' le acque parlando ieri a Berlino, al ritorno da Mosca, dove era andata con Hollande per discutere di un piano di pace con Putin, “Sono fermamente convinta che questo conflitto non può essere risolto con mezzi militari. Non riesco a immaginare che la situazione migliori inviando attrezzature avanzate all’esercito ucraino spingendo il Presidente Putin ad impressionarsi tanto da credere di perdere militarmente. Devo dirlo senza mezzi termini”.

Merkel non ha nemmeno aspettato 48 ore per dirlo a Obama in persona. (Dovrà recarsi a Washington). Merkel ha anche dato alcune lezioni di storia alla classe politica di Washington. Ha detto che la forza non s’è mai dimostrata una soluzione in passato, quando si tratta della Russia. “Sono cresciuta nella Germania Est, ho visto il Muro.

leggi tutto

08 Nov 14:37

Frameworks

by Oliver Widder

(11/16/14) Update: Typo fixed, thanks jast (see comments)

18 Nov 00:02

Paolo Lissoni e Carpeoro a Border Nights

by frabby80
Si parlerà di ghiandola pineale e dei suoi misteri con il prof. Paolo Lissoni nella prossima puntata di Border Nights in onda martedì 19 novembre dalle 22 su Web Radio Network (www.webranionetwork.eu) ed in contemporanea fm su Radio Sicilia Avola, Radio Rcs e Radio Raffaella Uno.

Paolo Lissoni nasce a Milano, ove risiede, nel 1954. Intraprende con successo gli studi di Medicina e Chirurgia all’Università di Milano laureandosi con lode nel 1979. Ottiene quindi specializzazioni mediche in Endocrinologia presso l’Università di Pavia, in Oncologia Medica e Medicina Interna all’Università di Milano. Attualmente ricopre il ruolo di Dirigente Responsabile di Attività Specialistica per l’Oncologia presso l’Ospedale S. Gerardo di Monza, ove, in qualità di Assistente Medico, ha operato nella Divisione di Radioterapia Oncologica. Una nota di merito, nella sua decennale esperienza in campo ospedaliero, è dovuta all’attività di Assistente Medico presso il Nucleo Operativo Tossicodipendenze USSL di Monza. La sua attività didattica è articolata in lezioni presso la Scuola di Specializzazione in Chemioterapia dell’Università di Milano; è docente al 66° Congresso Nazionale di Urologia (1993) e alla Scuola Internazionale di Oncologia (1994). Dal 1995 ad oggi opera con gli studenti del Polo Universitario Medicina-Chirurgia di Monza per il corso di Oncologia. Si impegna nell’attività scientifica con numerose ricerche, sia sperimentali che cliniche, nel campo della Psiconeuroendocrinoimmunologia e della Bioterapia dei Tumori (con particolare riferimento alla immunoterapia con IL-2), registrando 492 Pubblicazioni Scientifiche su rinomate Riviste del settore Nazionali ed Internazionali, oltre a 600 abstracts per presentazione a Congressi.

Nel 2010 si laurea anche in Teologia. Col suo lavoro ha cercato di integrare fra loro la Scienza medica e la Tradizione iniziatico-profetica degli Esseni e le sue ricerche hanno contribuito a porre le basi teoriche per la futura genesi di una Clinica della Spiritualità.

In collegamento ci sarà anche Gianfranco Carpeoro mentre Paolo Franceschetti interverrà in differita vista la concomitanza con lo spettacolo teatrale dedicato a Rino Gaetano.



Per le vostre domande potete fin da ora scrivere a: bodernights@webradionetwork.eu, oppure utilizzare il form qui accanto. E' disponibile anche il gruppo Facebook Border Nights e l'account Skype dedicato Border Nights.





24 Sep 17:14

Quando muore uno famoso

by zerocalcare

1

2
3
4
5
6
7

27 Aug 12:14

DUBBI E DOMANDE SUL VEGANISMO SPORTIVO

by Valdo Vaccaro

LETTERA

IL CONCETTO FUORVIANTE DI CARNE-SOSTANZA

Salve dr Vaccaro. È da un po' di tempo che sto prendendo in considerazione l'idea di passare ad una dieta vegana-crudista. Ciò che mi ferma è però l'idea radicata in me, a causa dell'educazione ricevuta, che la carne dia "sostanza" e che le proteine animali siano indispensabili alla crescita muscolare.

VOGLIA DI MUSCOLO

Vado in palestra 3-4 volte alla settimana e, ammetto, mi piacerebbe avere un fisico naturalmente muscoloso. Non vorrei integrare nè con proteine nè con altro la mia dieta. Non che il mio fisico non mi piaccia, anzi, tuttavia vorrei migliorarlo portandolo ad una maggior massa muscolare.

SPINTA UNIDIREZIONALE VERSO LE PROTEINE SINTETICHE E VERSO LA CARNE

Tutti mi dicono di prendere proteine sintetiche, cosa che non farò mai, o di mangiare più carne. Quando però ho provato a farlo ho avuto problemi digestivi, visto che soffro di gastrite cronica, e non ho notato alcun miglioramento netto, anzi. Nei primi periodi la mia massa cresceva un po' salvo poi fermarsi inesorabilmente. Ciò che provavo era un costante senso di stanchezza che, riprendendo una dieta meno proteica, passava.

DUBBI E DOMANDE SUL VEGANISMO SPORTIVO

Non conosco però personalmente vegani body-builder. Le chiedo se è possibile avere un fisico da atleta, con una buona massa muscolare, senza dover integrare con delle proteine. Esiste una dieta da seguire? Esistono elementi nutrizionali preferibili? Può darmi indicazioni in merito? Grazie.
Domenico

*****

RISPOSTA

I PREGIUDIZI SULLA SOSTANZA

Ciao Domenico. I tuoi preconcetti sulla sostanza sono molto diffusi nella società odierna. Esiste una azione martellante e concentrica di istituzioni, spot, media e medicina atta a promuovere la proteina, a dispetto delle prove scientifiche inoppugnabili e a dispetto di quanto l'esperienza quotidiana ci evidenzia.

I NEMICI SONO L'ACIDOSI, LA DISIDRATAZIONE E LA MELMOSITÀ DEL SANGUE

L'argomento della resa muscolare e sportiva è stato trattato più volte. Leggi con maggiore assiduità il blog e troverai risposta a tutte le tue perplessità. Elementi nutrizionali preferibili? Se pensi che siamo fatti al 70% di acqua, e che abbiamo un corpo alcalino, capisci bene la necessità di una dieta che eviti la disidratazione e l'acidosi. Dobbiamo rinnovare giornalmente il materiale idrico, evitando ristagni e ritenzioni. Dobbiamo rendere il metabolismo rapido ed efficiente, evitando lipotossiemia e melmosità a livello circolatorio.

I TUOI PROBLEMI DIGESTIVI SONO UNA SPIA LUMINOSA

Nel caso tuo hai almeno le idee chiare sul non volere gli integratori, ed anche un corpo che ti guida nella scelta delle giuste opzioni. Pensa un po' se tu fossi abituato alla carne e magari anche sopportassi di vivere in condizioni di acidosi, di ritenzione idrica e di sangue melmoso, senza apparenti conseguenze. Ti ritroveresti a un certo punto con dei grossi indebitamenti nei riguardi del tuo stesso organismo.

LA NOSTRA BENZINA SUPER SI CHIAMA CARBOIDRATO VIVO

Quanto ti sto dicendo lo sanno tutti i nutrizionisti sportivi avanzati ed aggiornati. Il carburante che manda avanti l’uomo non è la carne ma bensì il carboidrato, o meglio ancora i succhi zuccherini della frutta (che alimentano l’organismo e lo idrolizzano contemporaneamente, rispettandone l’equilibrio acido-alcalino), alternati ai succhi clorofilliani di verdura cruda che mineralizzano adeguatamente il corpo e lo idrolizzano pure. Chiaro che occorre distinguere tra carboidrato vivo della frutta e carboidrato di patate-cavolini-cereali integrali (non sottoposto a prolungata e intensa cottura). Altra cosa ancora è il carboidrato morto dell’amido stracotto e devitalizzato.

ESISTONO ANCHE VALIDE SOLUZIONI INTERMEDIE

Esiste indubbiamente un salto di qualità tra l'essere vegetariani e l'essere vegani. Non è obbligatorio comunque essere vegani in senso stretto. Se uno si sente di consumare di tanto in tanto l'ovetto di gallina o di anatra ruspante, lo può anche fare. Non succede nulla di disastroso. Non diventa un cittadino esecrabile di serie-B ma un semplice vegano che si è sentito di arretrare temporaneamente su una piattaforma vegetariana.

ISTRUZIONE E BUONSENSO INNANZITUTTO

Tutti sono tenuti a istruirsi, a usare testa, cervello e buonsenso. Ma gli sportivi ancora di più. La crisi di fame e la crisi calorica sono sempre in agguato. Ho parlato di crisi calorica, pericolo vero, e non di crisi proteica, pericolo fasullo ed immaginario. È per questo che chi una lunga corsa in bicicletta deve avere la borraccia d'acqua, la banana, due panini, l'uvetta secca, i pinoli. È per questo che chi fa sport dovrà includere nella sua dieta non solo la frutta e le foglie verdi, ma anche l'avena, il miglio, le patate, il topinambur, l'avocado, i germogli, le sfarinate di ceci.

CI VORREBBERO PAGINE PER ELENCARE LE IMPRESE SPORTIVE DEI VEGANI

Il fatto che i più grandi maratoneti, i recordman mondiali nella corsa, i campioni di triathlon e di decathlon siano da sempre atleti vegetariani o vegani, dovrebbe bastare a chiudere ogni polemica.
L’unica persona al mondo ad aver vinto per 6 volte l’Ironman Triathlon è stato un vegetariano di nome Dave Scott. Un certo Miles, vegano, è stato per 10 volte di seguito campione del mondo di tennis. La sua collega Martina Navratilova, vegana sperticata, ha vinto il suo 167° titolo in Australia all’età di 47 anni, ridicolizzando campionesse di 20 anni. Emil Deriaz, campione mondiale di tiro alla fune, vegano. Maurizio Zanella, scalatore di montagne senza attrezzi, vegetariano, al pari di Enzo Maiorca e della figlia, campioni mondiali di immersione. Piero Venturato, due volte campione del mondo in tutte le categorie di culturismo. L’americana H. Crooks, vegetariana dalla nascita, che ha scalato il Monte Witney (4000 metri) per 26 volte, l’ultima volta a 90 anni.

TESINE DA LEGGERE

- Da palestra carnivora a palestra vegana, del 28/1/12
- Kik boxing e forma miracolosa, del 30/6/11
- Intossicazione zonista-sportiva da proteine e da Omega-ittico, del 4/8/10
- Massa muscolare intelligente o acidificante gonfiaggio? del 20/8/12
- Muscoli d'acciaio e cafonerie proteiniche, del 22/1/12
- Sollevamento pesi e alimentazione vegana, del 15/1/10
- Sono un drago che fa 8 km di saliscendi in 50 minuti, del'1/5/12
- Training militate, tetto proteico e medicastri sportivi, del 10/8/12
- Mantenimento e aumento peso in regime vegancrudista, del 3/6/11
- La dieta dello sportivo e dell'escursionista, del 17/6/09
- Dieta ideale ad alta energia, del 26/7/13
- Cibo ad alto rendimento per un motore speciale, del 19/7/13
- Straordinari poteri dimagranti e muscolari della frutta, del 28/6/13
- Fabbisogno calorico, proteico e muscolare, del 2/6/13
- Palestra naturale con risultati strepitosi, del 25/4/13
- Risultati superlativi ed energia da vendere, del 21/2/13
- Carne e carnitina, energizzanti idiozie pseudo-sportive, dell'11/8/13
- L'idolo culturistico della proteina, del 30/8/10
- Calcio mortale e calcio vitale, Batistuta e Rivera, del 14/3/12
- La formidabile controprova dei Pimas, dell'8/5/13
- Bellezze mozzafiato a 65 e 70 anni, ovviamente vegane, del 4/8/13
- Scellerati pappatori di ciccia, dell'1/8/13

Valdo Vaccaro
14 Aug 09:41

10 More Common Mistakes Java Developers Make when Writing SQL

by lukas.eder@gmail.com
I was positively surprised to see how popular my recent listing about 10 Common Mistakes Java Developers Make when Writing SQL was, both on my own blog< Preview Text:  The common mistakes I listed previously are far from complete, so I will treat you to a sequel of 10 subtly less common, yet equally interesting mistakes Java...
21 Jul 22:01

scienza vs strada

by zerocalcare

1

2

3

4

21 Jul 17:21

Il mistero sulla morte di Rino Gaetano


E' appena uscito in tutte le librerie un saggio destinato a far discutere: "Rino Gaetano, la tragica scomparsa di un eroe". Il titolo in realtà era differente (Rino Gaetano, assassinio di un cantautore) ed è stato cambiato all'ultimo momento, su richiesta della famiglia, dopo che era già stato ampiamente pubblicizzato su molti quotidiani e riviste.

L'autore del libro è un avvocato, Bruno Mautone, che afferma di aver studiato a lungo i testi delle canzoni del cantautore Crotonese convincendosi che lungi dall'aver composto "canzoncine leggere" piene di nonsense, avesse inserito nei testi riferimenti alla massoneria e a tanti misteri italiani spesso, anticipando addirittura gli eventi. Lo avrebbe fatto utilizzando un linguaggio criptico, utilizzando metafore, simbologie, doppi significati, in un perfetto stile di comportamento "Massonico".

Per l'avvocato Mautone infatti, Rino Gaetano era un adepto a una qualche loggia massonica (vengono suggeriti i nomi della rosa rossa o dei rosacroce) che aveva avuto accesso a conoscenze precluse ai più su molti dei "Misteri Italiani", ma che si era successivamente pentito iniziando a fare rivelazioni sotto forma di allegorie nelle sue canzoni; e che proprio per questo, avesse talmente infastidito i vertici del potere occulto che alla fine avrebbero deciso di eliminarlo.
20 Jul 08:38

Salva ogni 5 minuti.

by zerocalcare

1 

2

3

4

5

6

 

17 Jul 20:51

Il limone, la medicina naturale per prevenire i tumori

by Richard@nospam.com (Richard)
Il limone ha proprietà depurative disintossicanti dell'organismo e la sua assunzione regolare, preferibilmente al mattino quando si è ancora digiuni, aiuta a
16 Jul 06:08

COSA FA PIU’ MALE TRA LATTICINI E CARNE?

by Sebastiano Tringali

.

CARNE E LATTICINI: MILLE RAGIONI PER STARNE ALLA LARGA

.

SMETTIAMO DI ANDARE CONTRO NOI STESSI

.

Tutto dipende dalle circostanze, dai quantitativi, dalla frequenza della trasgressione. Direi che l’impatto più drammatico sia quello della carne, anche perché il latticino trova un minimo di accoglienza in quanto tutti siamo stati lattanti nella primissima fase della nostra vita, anche se con un latte assai diverso da quello vaccino, tre volte più grasso e più proteico del latte di donna. Il latticino è inopportuno e contestabile, mentre la carne è sacrilego insulto alla salute e all’etica.

.

La caseina del latte è uno dei più potenti adesivi

.

Il danno dei latticini riguarda soprattutto la fase assimilativa, ovvero l’incollamento delle paginette assorbenti dei villi intestinali per colpa della caseina, che è notoriamente uno dei più potenti adesivi. Il fatto che la caseina sia adoperata persino per incollare le chiglie delle navi la dice lunga sulle sue caratteristiche. Ridurre la superficie assimilativa dai 400-600 mq normali a qualche decina di metri quadri soltanto, ha un grosso impatto negativo sulla salute.

.

Acidificazione del sangue e osteoporosi rappresentano il secondo aspetto negativo del latticino.

.

Siccome assimiliamo solo il 32% del calcio che sta nel latte, l’altro 68% va a provocare calcificazioni improprie e calcoli a carico dei vari organi metabolici. Senza contare i danni al sistema endocrino (tiroiditi) e al sistema linfatico. I legami poi della prolattina col tumore al seno e all’apparato genitale, sono troppo noti a tutti. Le abbondanti quantità di sale inorganico che vengono immesse nei formaggi stagionati li rendono doppiamente negativi per la salute nell’assieme. 

.

Di buono c’è il sapore

.

Di buono c’è il sapore, c’è la conservabilità del prodotto, e la capacità notevole di contrastare i morsi della fame. Se non si portassero gli animali al macello, il formaggio di malga prodotto a crudo meriterebbe probabilmente di essere salvato come alimento sfizioso e come compromesso culinario, da assumersi volendo in modo casuale e non sistematico, oppure nel bimestre critico febbraio-marzo, riferito al clima italiano.

.

La carne è qualcosa di orribile: tolleranza zero.

.

.

La carne è qualcosa di orribile sotto ogni punto di vista. Qui parliamo di tolleranza zero senza eccezioni. La sua presenza nel corpo umano rappresenta un’autentica mina biologica. Abbruttisce il corpo, la mente e lo spirito. Crea miasmi putrefattivi in zona colon. Appesta e compromette l’aroma naturale che ogni corpo sano trasmette, trasformandolo in odore decisamente offensivo. Le reazioni immunitarie alla presenza di carne nell’intestino sono addirittura sconvolgenti, come dimostrato dagli esperimenti di Kouchakoff sulla leucocitosi.

.

Carne: Mille aspetti negativi e zero positivi

.

Mi limito qui per motivi di tempo. Per elencare compiutamente i danni della carne ci vogliono pagine e pagine. Mille aspetti negativi e zero positivi. Mille ragioni per starne lontani e nessuna per portarla alla propria bocca.

.

Fonte:  http://valdovaccaro.blogspot.it/

.

Valdo Vaccaro. Direzione Tecnica AVA-Roma e ABIN-Bergamo

.

 

15 Jul 20:11

PERCHÉ NO ALLA CARNE

by Valdo Vaccaro
Email non visualizzata correttamente? Clicca qui!
testata

BODY SPRING NSNELLA LIPO OUT
€ 19,50
STOMACO - INTESTINO

PERCHÉ NO ALLA CARNE
 Non c’è assolutamente bisogno di cadaverina, quando siamo circondati da cibi vivi e naturali, con ben 160 mila piante diverse. 2) Devo trasformarmi in un assassino di innocenti e senzienti creature, oppure devo noleggiare dei killer che lo facciano per me, cosa che non attenua la mia vergogna e la mia colpa. Mangiar carne è commettere un atto criminoso. Non imbrogliamo noi stessi. Non cerchiamo alibi e scuse. Non facciamo gli gnorri, gli indifferenti, i disinvolti. Nell’hamburger, nel prosciutto, nella piadina, nei gamberetti, nel pane bianco allo strutto, è racchiusa tanta di quella sofferenza da mandare in tilt qualsiasi equilibrio etico, conscio o subconscio. 3) In ogni porzione di carne ci sono scarti, prodotti della disintegrazione batterica, detriti cellulari (virus dell’animale morto), urine, ecc. 4) La carne, anche quella cosiddetta bio, contiene una impressionante lista di contaminanti, erbicidi, pesticidi, fungicidi, vermicidi, antibiotici, ormoni. 5) La carne contiene estrogeni in quantità tali da rendere impotenti i maschi e da squilibrare le donne, rendendole a volte frigide e a volte ninfomani. 6) La carne è carica di grassi saturi, di colesterolo e di omocisteina, materiale che intasa le arterie, sovraccarica il fegato, ostruisce la cistifellea, irrita il colon, incrementa il rischio cardiaco. 7) Le proteine in eccesso sono un disastro, in quanto demineralizzano le ossa, acidificano il sangue, stimolano i tumori, accelerano l’orologio biologico (invecchiano la gente). 8) La carne dà uno sgradevole odore cadaverinico al corpo che nessuna acqua di colonia è in grado di coprire o di esorcizzare. 9) La carne non offre onde vibrazionali rivitalizzanti colore infrarosso a 8-10000 Angstrom come la frutta, ma solo onde basse sotto il minimo di 6500 Angstrom e non lontano dai 1800 dei malati terminali. 10) Produrre carne implica enormi sprechi di suolo, di acqua, di cereali, di legumi, di risorse, di carburanti, di energia elettrica.
Esiste l’evidenza fossile, grazie al professor Boyd Eaton, analizzatore di feci pietrificate (copralite), dove si apprende che gli umani del Paleolitico viaggiavano non al ritmo five-per-day, ma addirittura al twelve-per-day, cioè dodici pasti di frutta al giorno, uno ogni due ore. Esiste l’evidenza anatomica, visto che ogni organo, ogni ghiandola, ogni liquido, ogni dettaglio del corpo umano, dice che siamo vegani-fruttariani-crudisti. Esiste l’evidenza biochimica, per cui il corpo si trova a suo agio con acqua biologica enzimizzata, mineralvitaminizzata, glucosizzata e magnetizzata da madre natura. Esiste l’evidenza lattaria, per cui il latte umano, a basso contenuto proteico ci qualifica come fruttariani. Solo il coniglio ha un latte meno proteico del nostro.
È caduto il mito FDA della quantità proteica, portata con imbarazzante pena dai 300 ai 75 grammi al giorno. Non contente di questo strazio, la OMS e la FAO hanno riconosciuto che anche la quota 75 non vale, e che la quota proteica giornaliera va portata sui 24 grammi/giorno, con 30 grammi a fare da tetto massimo oltre il quale il corpo va in acidificazione. È caduto il mito della complementazione proteica a ciascun pasto con i diversi aminoacidi essenziali. È caduto il mito della B12, visto che la B12 sta in tutte le piante in quantità impercettibili e imponderabili, com’è giusto che sia, e lo sbugiarda mento della FDA è tuttora in corso avendo essa manipolato i minimi della WHO, portandoli abusivamente dagli originali 80 ng/mL agli odierni 157 ng/mL. The China Study ha provocato uno scossone enorme, e persino Bill Clinton è diventato vegano, nonché cliente personale di Colin Campbell.
Il professor Colin Campbell, di origini contadine, filo-latte e filo-carne fino ai 30 anni, ha dovuto ricredersi profondamente man mano che le sue ricerche nutrizionistiche portavano coerentemente dalla parte opposta, fino a farlo diventare paladino mondiale del veganismo crudista scientifico, e artefice della straordinaria ricerca chiamata The China Study. Stessa storia per Mr Hyman, uno dei maggiori produttori di carne e di latte del Montana, diventato vegano e testimonial dei grandi cambiamenti in corso.
La prof Marion Nestlé, preside e direttrice della Facoltà di Scienze Nutrizionali alla New York University, è stata molto chiara. “Se si parla oggi di proteine, lo si fa soltanto per evidenziarne la pericolosità”. “Getting enough proteins is simply a matter of getting enough calories” (Ottenere sufficienti proteine significa ottenere sufficienti calorie). Come dire che, nemmeno volendo farlo apposta, non si va mai in crisi proteica, ma sempre e solo in crisi calorica.
I DATI USDA SUL CONTENUITO PROTEICO (in percentuale delle calorie totali)
- Latte umano 5,9% (su 100 calorie totali, 5,9 calorie derivano dalle proteine del latte) - Frutta 6,7% - Noci e semi 11,0% - Cereali 13,0% - Vegetali crudi 22,0% - Legumi 28,0% - Fabbisogno umano di proteine: 2,5 minimo, 10% massimo

Valdo Vaccaro
25 May 15:43

Gli Angeli ci aiutano sempre, basta chiamarli

by Edoardo Capuano

Clicca per ingrandireGli angeli sono sempre accanto a noi e ci vengono sempre in aiuto. Quando li chiamiamo consapevolmente però possono essere molto più efficaci.

Non aspettatevi che la stanza si illumini, o che possiate sentire voci, o brezze di vento anche se le finestre e le porte sono chiuse. Ma restate certi che in qualche modo, misteriosamente e meravigliosamente, la loro presenza e il loro aiuto sarà da voi distintamente “compreso”. Gli angeli sono lì accanto, sono lì ad un respiro da noi.

Quando li invochiamo consapevolmente e intenzionalmente, già forti nella fede della loro presenza, l’energia cambia e il loro avvicinarsi è di gran lunga facilitato.

Molte volte è successo di avere un qualche problema e tutte le volte in cui mi sono ricordata di chiamarli in quello stesso istante e mi sono fermata a farlo, le cose sono migliorate in pochi minuti.

leggi tutto

23 Mar 22:08

Vicenza, al supermercato cartello choc sulle donne - foto

by Redazione Cadoinpiedi.it http://www.cadoinpiedi.it/author/redazione-la/#C
Redazione Cadoinpiedi.it di Redazione Cadoinpiedi.it
Rimosso velocemente ma sul web corre lo scatto rubato

Quello che vedete è il cartello comparso in un supermercato in provincia di Vicenza che ha fatto infuriare clienti ed associazioni consumatori. Il testo è abbastanza significativo: "Le donne sorprese a palpeggiare la frutta, riceveranno lo stesso trattamento". Il cartello è stato rimosso, ma sul web l'immagine sta facendo... Leggi