Shared posts

31 Aug 17:49

Cake marmorizzato al cioccolato (F. Perret)

by Alessandro Peluso
Vgreco51

bizcocho

31 Aug 17:48

Cake marmorizzato al cioccolato (F. Perret)*

by Alessandro Peluso
Vgreco51

bizcocho

31 Aug 17:38

Tarte au citron (F. Perret)

by Alessandro Peluso
Vgreco51

tataleta

The post Tarte au citron (F. Perret) appeared first on DolceAlessandro.

31 Aug 17:36

Tarte au citron (F. Perret)*

by Alessandro Peluso
Vgreco51

tarta

The post Tarte au citron (F. Perret)* appeared first on DolceAlessandro.

31 Aug 17:34

Delicata (D. Dianin)*

by Alessandro Peluso
Vgreco51

tarta

The post Delicata (D. Dianin)* appeared first on DolceAlessandro.

31 Aug 17:32

Red Velvet Passion (Y. Duytsche)*

by Alessandro Peluso
Vgreco51

tarta

31 Aug 17:15

Un cappuccino, per favore

by roberto
Vgreco51

tarta

  Particolarmente semplice nell’esecuzione, è assai piacevole e profumata, cremosa e avvolgente. Un cappuccino, per favore, è quello che chiunque di noi avrà chiesto al bar: perché non riprodurre quei sapori e soddisfazioni anche a casa? Magari in forma semifreddo al cucchiaio, oppure pensare che sia un Tiramisù in veste nuova, perché oltre al caffè […]

The post Un cappuccino, per favore appeared first on Le Tentazioni di Roberto.

31 Aug 17:14

Bostock

by roberto
Vgreco51

bollo

  I Bostock sono famosi e saporitissimi dolcetti francesi, che si gustano dalla colazione con un bicchiere di latte, fino a mezzanotte, con un passito o anche delle bollicine. Sono un po’ complessi da fare e richiedono vari passaggi, ma il risultato è favoloso, sensuale ed entusiasmante. La forma potrà destare perplessità, lo ammetto, ma […]

The post Bostock appeared first on Le Tentazioni di Roberto.

31 Aug 17:04

Crostata con ananas, gelè di limone e basilico fresco

by Stefania Profumi&Sapori
Vgreco51

tartaleta

Crostata con ananas, gelè di limone e basilico fresco Per 2 stampi da 20 cm Per la frolla: 250 farina 00 125 gr burro morbido 90 gr zucchero a velo 30 gr farina di mandorle 1 uovo scorza di 1 limone un pizzico di sale Per la panna cotta: 160 gr panna fresca 40 gr […]
31 Aug 17:00

Madeleines ....con la sorpresa!

by I Dolci di Pinella
Vgreco51

bizcocho

Durante la mia ultima vacanza, ho avuto modo di assaggiare alcuni dolci.
Alcuni non mi hanno particolarmente colpito, di altri mi sono perdutamente innamorata. Non sempre potevo fare le foto....molte Pasticcerie francesi non lo consentono ancora...anche se il clima sta cambiando e non sono cosi rigorosi.....e allora tiravo fuori il taccuino e cercavo di sintetizzare in poche veloci righe cosa di ognuno mi avesse fatto emozionare.

Oltre ad un sublime Chou aux noisettes che era commovente nella sua semplicità e bontà, Monsieur Christophe Raoux, MOF Patissier e responsabile della pasticceria del Peninsula Hotel di Parigi,  mi ha conquistata con un piccolo dolce...una mignardise come usano chiamarle i francesi....che ancora per un pelo stavo per lasciare nel piatto.

Dopo una mezza dozzina di piccole monoporzioni incredibilmente buone, lo spazio anche per una madeleine è difficile da trovare.....per cui, vedendola glassata e morbida mi sono limitata a tagliarla in due per scoprire che all'interno era farcita di una morbida crema al limone.

Ovviamente, anche la madeleine e' stata gustata e sezionata perchè il pensiero di tornare a casa e provare a rifarla è stato immediato.

Cosi è stato.
Ho preso la fantastica ricetta di  madeleine e cremoso di Maurizio Santin, ho glassato con lo sciroppo del Mattindor di Gino Fabbri e...sono nate le mie madeleines farcite!
Peccato non aver avuto scorze candite di limone con cui decorarle....spero di riuscire a farle quest'inverno....ma un filo di carta oro è andato bene lo stesso....

PS Non lesinate sulla quantità di Madeleines da fare....l'indomani sono buone il doppio!







Per le Madeleines
( ricetta di Maurizio Santin)
( ne ho preparato metà dose)

250 g di farina 00 debole
8 g di lievito chimico
4 uova intere ( 200-240 g )
200 g di zucchero semolato
125 g du burro fuso intiepidito
50 g di latte fresco
1/2 bacca di vaniglia ( o limone)

Setacciare la farina con il lievito. Mescolare le uova con lo zucchero , senza montarle, e profumare con la vaniglia . Unire La farina e il latte. Mescolare e completare con il burro. Coprire la ciotola con pellicola e far riposare a temperatura amiente per non meno di 3 ore. Imburrare la placca per madeleines. depositare una noce grande di impasto e infornare a 170°C finche i bordi sono dorati. Far raffreddare prima della farcitura.


Cremoso al lime
( ricetta di Maurizio Santin)

4 g di gelatina granulare da 160 Bloom
20 g d'acqua
75 g di succo di lime
50 g di latte intero
40 g di zucchero semolato
150 g di uova intere
100 g di cioccolato bianco
5g di burro di cacao

Idratare la gelatina con l'acqua indicata; quindi, scaldarla brevemente al micro-onde. Mescolare le uova con lo zucchero ma senza montarle. Riscaldare il latte e aggiungerlo alle uova. Mescolare e quindi aggiungere il succo del lime ben filtrato. Portare la crema a 82°C in micro-onde mescolando ogni minuto fino al raggiungimento della temperatura. Aggiungere la gelatina e versare sul cioccolato bianco. Attendere 1 minuto poi mixare con un mixer ad immersione. Far scendere la temperatura e aggiungere il burro di cacao. Mixare ancora. Conservare in frigo fino a quando la crema si presenta ben sostenuta. Al momento, mescolare con una frusta per renderla ben liscia e omogenea.

Sciroppo di zucchero
( estratta da una ricetta di Gino Fabbri)

125 g di zucchero al velo
circa 30 g di liquidi ( acqua e succo di lime)

Impiegare dello zucchero al velo ben setacciato.Unire i liquidi fino ad ottenere un composto liscio ma leggermente denso.


Farcitura e Decorazione

Inserire la crema in una sac à poche munita di beccuccio liscio e piccolo. Siringare un po' di crema forando la madeleine dalla parte dritta scanalata. Velare tutto il dolce con una spennellata di sciroppo. Inornare per 2 minuti i dolci in forno a 190°C. Quindi far raffreddare e decorare con zucchero al velo e carta oro alimentare. Conservare in contenitore coperto da pellicola a temperatura ambiente fino all'indomani in modo che si impregnino bene della crema e dello sciroppo.
20 Aug 17:34

Tarta de caramelo y pera

by Dulcerías con Sorpresa
Vgreco51

tarta


Buenos días,

Tras mucho tiempo sin publicar, regreso por aquí para traeros una señora tarta, de caramelo y pera.
Si os gusta el caramelo, os encantará. En este caso además, su combinación con la pera resulta deliciosa. El  bizcocho es muy tierno y la crema tiene una cremosidad incréible, gracias al mascarpone. De verdad, está deliciosa.

Además, en esta entrada, a parte de daros la receta de la tarta, os enseño cómo montar un layer cake, cómo preparar un bizcocho genovés, y también os hablo sobre cómo preparar un toffee perfecto.

Os dejo con la receta:

 Cantidad: un molde de 20 cm de diámetro por 7 de alto (unas 12 raciones).
 Tiempo: unas 7 horas, entre preparación y reposos. 
  • La tarta, tal y cómo se ve en la foto, se compone de: bizcocho genovés embebido con almíbar de pera, peras confitadas y crema de mascarpone de caramelo. 

ELABORACIÓN

  • Comenzamos con:
LA CREMA MASCARPONE DE CARAMELO

Para el toffee:
  • 540 gr de azúcar blanco
  • 270 gr de nata líquida con un 35.1% de m.g como mínimo. 
  • 210 gr de mantequilla fría en cubos
A destacar:
- La nata ha de estar caliente en el momento de añadirla al caramelo, para que este no se endurezca y evitar que el cambio de temperatura sea tan brusco que salpique y nos quememos. 
- No hay que remover el caramelo demasiado, pues cristalizaría. 
- En el momento de añadir la mantequilla, mezclamos del centro hacia afuera con pequeños movimientos circulares para conseguir una correcta emulsión. 
    Para la crema de mascarpone: 
  • Todo el toffee anterior
  • 4 hojas de gelatina
  • 750 gr de mascarpone, previamente ablandado con una cuchara.
  1. Llevamos a hervor la nata y apartamos del fuego. 
  2. Dejamos las hojas de gelatina en agua fría para que se hidraten
  3. Caramelizamos el azúcar, poco a poco: echamos una fina capa de azúcar y cuando se empiece a fundir por el borde, echamos la siguiente capa inclinando el cazo ligeramente para que se caramelice por igual y no se nos queme en los bordes. Es importante hacerlo así para que no nos cristalice. 
  4. Cuando el caramelo tenga un color avellana, añadimos la nata en 3 veces batiendo cada vez con unas varillas. Cocinamos por 3 minutos sin parar de remover. 
  5. Apartamos del fuego y añadimos la mantequilla. Reservamos unas 3 cucharadas de este caramelo para la decoración.
  6. Ponemos en un bol de vidrio o de metal el resto (de plástico NO). Añadimos la gelatina escurrida.
  7. Ahora añadimos un poco de mascarpone a este toffee para homogeneizar texturas y temperaturas. Incorporamos la mezcla de toffee resultante al resto de mascarpone, con movimientos envolventes. 
  8. Dejamos la crema 4 horas en la nevera para que actúe la gelatina y coja consistencia. 

Vamos con el bizcocho:

EL BIZCOCHO GENOVÉS
  • 4 huevos de tamaño M
  • 135 gr de harina 
  • 135 gr de azúcar
  • 1 cucharadita de pasta de vainilla o las semillas de media vaina
  1. Precalentamos el horno a 175ºC
  2. Forramos el molde con papel de hornear en la base y engrasamos (yo, con spray de desmoldaje).
  3. Tamizamos la harina dos veces encima de una lámina de papel de horno y reservamos.
  4. Separamos las claras de las yemas. 
  5. Preparamos un merengue francés con las claras y el azúcar. Es importante que estén a temperatura ambiente y las varillas frías para que monten bien, también podemos añadirles unas gotas de limón para estabilizarlas. 
  6. Añadimos el azúcar en tres veces: la primera, cuando empiecen a hacer espuma, la segunda, cuando estén semimontadas; la última, justo cuando estén casi montadas. Paramos de batir cuando las claras hayan llenado las varillas y el merengue esté bien brillante. Entonces añadimos las yemas y la vainilla y batimos dos segundos a máxima velocidad. 
  7. Incorporamos la harina en dos veces, mezclando con movimientos envolventes. 
  8. (->Podéis ver todo este proceso en el vídeo que os dejo más bajo).
  9. Llenamos el molde. 
  10. Horneamos de 35 a 40 minutos o hasta que al pinchar con un palillo, este salga limpio y/o el bizcocho se hinche tras presionarlo ligeramente. 
  11. Sacamos del horno, dejamos templar durante 5 minutos dentro del molde y desmoldamos. Dejamos enfriar completamente en una rejilla.  
Mientras se hornea el bizcocho, procedemos con:

LAS PERAS CONFITADAS Y SU ALMÍBAR: 
  • 100 gr de agua
  • 2 cucharadas de zumo de limón
  • 50 gr de azúcar 
  • 500 gr de peras laminadas. 
  1. Preparamos el almíbar vertiendo primero el agua con el zumo de limón y luego el azúcar. 
  2. Llevamos a hervor, y entonces añadimos las peras, removiendo ligeramente. 
  3. Volvemos a llevar a hervor y dejamos cocinar unos 4 minutos. 
  4. Apartamos del fuego, colamos las peras, cortando las láminas en trozos más pequeños y dejamos enfriar.
Cuando tenemos todas las preparaciones listas, hacemos:

EL MONTAJE
  1. Nivelamos el bizcocho si es necesario y luego los cortamos en tres rodajas iguales (1)
  2. Calamos el bizcocho con el almíbar de pera empleando una brocha pastelera. 
  3. Reservamos en nevera un poco de crema para la decoración.
  4. Ponemos el primer bizcocho sobre una base de cartón para tartas de 20cm ø, uniéndolo a esta con un poco de crema. 
  5. Batimos la crema ligeramente con una espátula. 
  6. Para el relleno, formaremos un dique con la crema para que no se nos escapen los trozos de pera al apilar los bizcochos. (2)
  7. En el hueco, disponemos las peras confitadas. (3)
  8. Encima de la pera, ponemos un poco más de crema. Hacemos lo mismo en el piso superior, de tal modo que tengamos los 3 bizcochos separados por dos partes de relleno compuesto de peras confitadas y crema. (4)
  9. Ahora aplicamos una capa fina de crema simplemente para tapar las migas. Dejamos 45 minutos en nevera. (5)
  10. Para acabar, es el momento de cubrir con una capa más gruesa de crema hasta conseguir unas paredes lisas y rectas. Refrigeramos una media hora más. (6)
    • Paso a paso (en fotos):
    ACABADO
    1. Llenamos una manga con boquilla estriada con la crema reservada. 
    2. Escudillamos pequeños "besos" de crema a intervalos regulares en la superficie de la tarta. 
    3. En los espacios entre estos "besos", alrededor del borde de la tarta,  echamos una cucharadita de caramelo. Así conseguiremos el efecto de goteo. 
    4.  Yo he coronado cada beso con una mariposa de papel de azúcar. 
    EL VÍDEO DEL MEZCLADO DEL BIZCOCHO

    |||||||||||| Podéis ver como hacer todo el mezclado del bizcocho en este vídeo:


        Variaciones
        • Podéis sustituir la fruta por la que más os guste o no ponerle. La manzana o la piña combinan también muy bien con el caramelo.
        • Podéis decorarla como más os guste o, por ejemplo, con unas tejas de chocolate (receta aquí),  con un coulis (tenéis también la receta aquí), con frutas cortadas... 
          Conservación
          • La tarta aguanta hasta una semana en la nevera.




          Muchísimas gracias por pasarte a ver la receta.
          Volveré pronto con una nueva receta que os va encantar.

          Muchas gracias por estar ahí y un beso muy fuerte.



          20 Aug 17:29

          BAVARESE AL CAFFE'

          by Vicky
          Vgreco51

          Tarta


          Vi lascio la ricetta di una bavarese al caffè che ho creato partendo dalla ricetta di una bavarese al cioccolato bianco.
          Io l'ho usata per questi bicchierini, voi provatela dove volete, in una torta, una tartelletta, è veramente buona!

          Ingredienti:
          80 gr di caffè espresso forte
          40 gr di panna
          80 gr latte
          40 gr zucchero
          80 gr tuorlo
          8 gr gelatina in fogli
          200 gr cioccolato bianco
          333 gr panna montata

          Procedimento:
          Miscelare tuorli e zucchero, quindi unire caffè, latte e panna. Portare sul fuoco e cuocere fino a densità, come una crema inglese tradizionale, a 82°. Sciogliere quindi colla di pesce e cioccolato nella crema calda, e lisciare emulsionando con un minipimer. Quando la temperatura sarà scesa intorno ai 35° unire delicatamente la panna montata.

          Note: il caffè deve essere forte affinché si senta, e non zuccherato. Io ho fatto 4 espressi per ottenere 80 gr di caffè, quindi belli ristretti e concentrati. E' comunque possibile rinforzare il sapore mettendo un cucchiaino di caffè solubile
          25 Jun 07:26

          TARTA DE QUESO DEL RESTAURANTE LA VIÑA DE DONOSTIA- SAN SEBASTIAN

          by tartasacher
          Vgreco51

          tarta

          La verdad es que no tengo el placer de haber ido a este magnifico restaurante del casco viejo de Donostia, pero alguien me comento lo deliciosa que era su tarta de queso, que incluso la gente la encarga y va al restaurante ex profeso a por ella.  Así que indagué un poco por allí y  un poco por allá y he he hecho esta tarta que realmente es deliciosa. Espero algún día poder  ir  a probarla in situ.  Os dejo un enlace al restaurante y para aquellos que no tenemos la suerte de vivir en San Sebastian la receta.  Espero os guste





















          TARTA DE QUESO DEL RESTAURANTE LA VIÑA DE DONOSTIA-SAN SEBASTIÁN
          Ingredientes para un molde de 24 cm -10 pax
          1 kilo de queso blanco para untar 
          500 gr. de nata líquida de la de montar (35% grasa)
          5 huevos.grandes o 325 gr. de huevos
          350 g de azúcar
          30 gr. de harina floja

          Preparación: Forrar el molde con abundante y buen papel de horno y si se desea engrasar con mantequilla o spray.  Yo no he necesitado hacerlo porque tengo un papel de doble capa siliconado.  El molde es desmontable y de 24 cm.  Reserva.  Calentar el horno a 185º C. Poner en un bol el queso de untar con el azúcar y trabajar con varillas  Añadir los huevos y batir bien y luego la nata; por último añadir la harina y mezclar bien. Poner la crema resultante en el molde y cocer a 185 º C durante una hora.  Pasado este tiempo, dejar la tarta con la puerta del horno abierta y ya apagado durante 15 minutos.  Pasado este tiempo sacar del horno y dejar enfriar totalmente.  Se puede acompañar con una compota de frutas rojas o de cerezas.  Al sacarla del horno se bajará un poco y el dejarla con la puerta abierta y el horno apagado es para que no haya choque brusco de temperaturas y la tarta se abra. El resultado genial.


          Si se hace con almidón de maíz en lugar de con harina tenemos un maravilloso postre sin gluten
          25 Jun 07:21

          Cheesecake de limón en vasito

          by Raúl
          Vgreco51

          tarta

          Receta tarros de cheesecake de limón cremoso 1

          Cheesecake de limón en tarro Weck

          Damos la bienvenida al verano y permitimos a nuestro horno disfrutar de un merecido descanso. Con estos exquisitos cheesecake de limón en vasitos  sin horno podemos decir adios al calor de la cocina.

          La receta original es de Heather, de SprinkleBakes, pero nosotros la hemos adaptado para poder usar nuestros tarros Weck y tener unos postres individuales ideales para una cena de verano o incluso para una merienda o un desayuno especial.

          Os dejamos a vosotros elegir la mejor hora para tomarlos, eso sí, os recomendamos poner un surtido de cucharas y servilletas de papel bonitas, para una mesa perfecta. Echad un vistazo a todo el surtido de servilletas que tenemos en la tienda, estamos seguros de que os van a gustar más de un estilo.

          Cheesecake de limón en vasitos

          Ingredientes (para 5 vasitos de 290 ml):

          Para la base de galleta:

          • 85 g de galletas María pulverizadas
          • 30 g de mantequilla fundida

          Para el cheesecake de limón:

          • 2 cucharadas de leche a temperatura ambiente
          • 4 g de gelatina en polvo
          • 340 g de queso crema a temperatura ambiente
          • 85 g de crème fraîche a temperatura ambiente
          • 195 g de leche condensada
          • 2 cucharadas de zumo de limón
          • Media cucharadita de extracto de limón (opcional)

          Para decorar:

          • 310 g de nata para montar
          • 50 g de azúcar
          • Galletas de mantequilla o galletas María trituradas
          • 3 rodajas de limón delgadas

          Elaboración:

          Para la base de galleta:

          • Mezclamos en un cuenco las galletas pulverizadas y la mantequilla.
          • Rellenamos la base de cinco tarros Weck (290 ml). Podemos presionar el relleno con una cuchara para miel.
          • Tapamos los tarros y los guardamos en la nevera mientras hacemos el cheesecake.

          Receta tarros de cheesecake de limón cremoso 4

          Para el cheesecake de limón:

          • Echamos la gelatina en la leche fría y la dejamos reposar unos cinco minutos para que se ablande.
          • Mientras tanto, mezclamos el queso con la crema fresca (crème fraîche) en el vaso de un robot de cocina.

          Receta tarros de cheesecake de limón cremoso 5

          • Mezclamos la leche condensada con el zumo de limón en otro cuenco.
          • Añadimos al queso la leche condensada con limón y echamos el extracto de limón (si lo usamos). Mezclamos bien.

          Receta tarros de cheesecake de limón cremoso 6

          • Calentamos en el microondas la leche con gelatina (no más de 10 segundos), sacamos y dejamos templar un poco antes de añadirla a la preparación, de forma envolvente.
          • Rellenamos tres cuartos de los tarros con el cheesecake, cubrimos con sus respectivas tapaderas y refrigeramos por lo menos cuatro horas.

          Receta tarros de cheesecake de limón cremoso 7

          • Para decorar los tarros montamos la nata con el azúcar, llenamos una manga pastelera con una boquilla lisa, y escudillamos formando una espiral sobre toda la superficie. Volvemos a refrigerar.
          • Cuando los vayamos a servir espolvoreamos un poco de galletas sobre la nata y ponemos un tercio de rodaja de limón.

          Receta tarros de cheesecake de limón cremoso 8

          Cuando vayamos a servir estos deliciosos y refrescantes tarros de cheesecake de limón cremoso los destapamos y servimos con nuestras cucharillas de diversos colores… ¡A disfrutar del verano!

          Receta tarros de cheesecake de limón cremoso 2

          13 May 16:57

          ENTREMETS FRAISES - VANILLE

          by fimère .b
          Vgreco51

          tarta


          Avec la chaleur qui s'incruste petit à petit quoi de mieux que des desserts frais,
          colorés et fruités.
          J'ai craqué sur cet entremets que j'ai repéré chez "Au menu du jour" et auquel
          j'ai apporté quelques modifications.
          Le gâteau est facile à réaliser avec des étapes plus au moins longues.
          Composé de biscuit au miel, d'une compotée de fraises, d'un crémeux à la fraise 
          et d'une mousse vanillée, on ne peut pas dire que c'est l'idéal pour la ligne mais
          quand on aime on ne compte pas.... 

          LA SUITE DE LA RECETTE.....
          11 May 18:12

          La mejor receta de chocolate chip cookies

          by noreply@blogger.com (Carmen)
          Vgreco51

          galletas

          06 May 08:38

          ARMONIA AL PISTACCHIO E LAMPONE Felicia Barbato

          by Marco Spetti
          Vgreco51

          tarta


          Tempo di realizzazione: 3 ore (geleè fatta il giorno precedente)


          Dacquoise al pistacchio:

          200 g di albumi



          120 g di zucchero semolato

          100 g di farina di mandorle

          85 g di farina di pistacchi

          135 g di zucchero semolato

          50 grammi di farina debole



          Pasta sigaretta:

          80 g di burro morbido

          80 g di zucchero a velo

          80 g di albume

          80 g di farina debole

          2 g di Biossido di titanio

          Colorante idrosolubile in polvere rosso


          Biscotto charlotte:

          90 g di albumi

          85 g di zucchero semolato

          60 g di tuorli

          85 g di farina debole


          Bavarese al pistacchio:

          270 g di latte intero

          110 g di tuorlo

          40 g di zucchero

          270 g di cioccolato bianco

          100 g di pasta di nocciola

          10 g di gelatina in fogli

          570 g di panna fresca



          Geleè di lamponi:

          400 g di polpa di lamponi

          12 g di gelatina in fogli

          100 g di zucchero

          40 g di destrosio


          Preparare la geleè:

          Scaldare una piccola parte di polpa di lampone con lo zucchero, unire la gelatina ammollata in acqua fredda e strizzata e mescolare bene con la frusta.

          Unire il resto della polpa e colare in un anello di acciaio da 22 cm (io ho usato una tecnica di inserimento che si chiama “insert round”e si realizza con uno stampo di cui metto la foto e fa l’effetto che si vede nella foto della fetta) e mettere in congelatore.(si consiglia di farla dal giorno precedente)


          Preparare la pasta sigaretta

          miscelare bene il burro morbido con lo zucchero, unire gli albumi e al fine di ottenere un composto omogeneo Dividere il composto: 1/3 va in una ciotola con del colorante rosso, il resto va miscelato con biossido(q.b.).

          Su un tappetino in silicone stendere il colore rosso e creare un disegno (a piacere) congelare.

          Dopo una mezz’ora stendere lo sfondo col biossido di titanio.


          Preparare il bisquit

          Montare albume e zucchero, aggiungere i tuorli e poi la farina.

          Stendere 2 millimetri sulla pasta sigaretta e infornare a 200°C per circa 10 minuti. Da tiepido girare il biscotto e staccare il tappetino. Tagliare strisce di 3,5 cm di altezza.


          Preparare la dacquoise

          Montare gli albumi con lo zucchero. Miscelare in una ciotola le tre farine con l’altra parte di zucchero ed unire delicatamente al composto di albumi e zucchero

          Cuocere a 180°C per almeno 15 minuti.


          Preparare la bavarese

          Portare a bollore il latte. Miscelare i tuorli con lo zucchero. Ammollare la gelatina in acqua fredda.

          Tritare il cioccolato ed unire la pasta di nocciola.

          Quando il latte bolle versare sul composto di tuorli e zucchero mescolare e riportare sul fuoco.

          Quando raggiunge gli 83°C è pronta.

          Versare sul cioccolato ed unire la gelatina, miscelare bene.

          Quando la crema raggiunge i 30°C unire la panna semimontata.


          Montaggio

          Preparare un anello da 26 cm con fondo in pellicola e striscia di acetato intorno. Tagliare le strisce di pasta sigaretta da 3.5 cm. Tagliare la dacquoise per il fondo con un anello da 24 cm.

          Inserire il disco di dacquoise sul fondo al centro dell’anello di acciaio (rimarrà intorno 1 cm di spazio), versare sopra una metà della bavarese facendo attenzione di farla entrare anche nello spazio intorno, poi inserire la geleè e completare con il resto della bavarese.

          Lisciare la superficie e mettere in congelatore. Staccare la torta congelata dall’anello e adagiare su un piatto, lucidare la superficie con gelatina neutra a freddo. Decorare la torta con frutti di bosco a piacere


          Tempo di scongelamento in frigo 6/7 ore. La torta va servita alla temperatura di 4°C.



          06 May 08:36

          BERRIES CAKE Stefano Cecconi

          by Marco Spetti
          Vgreco51

          tarta


          ricette di Maurizio Santin

          Tempo di realizzazione:      1 ora più i tempi di riposo e di cottura

          Grado di difficoltà (da 1 a 5):          3

          Porzioni: 8/10
          Materiali: uno stampo da cake cm. 35x4x3,5


          Ingredienti:
          per il plumcake
           

          65 g burro morbido a pomata 
          75 g zucchero a velo 
          45 g latte 
          150 g farina 
          35 g fecola 
          90 g di uova intere
          15 g cacao amaro 
          15 g zucchero invertito 
          4 g backing



          per il ragù di frutti di bosco
          65 g di fragole in purea
          65 g di lamponi in purea
          75 g di zucchero
          30 g di glucosio in polvere
          2 g di pectina NH
          10 g di succo di limone
          100 g di frutti di bosco misti (fragole, lamponi e mirtilli).


          per la copertura al cacao
          150 g di cioccolato fondente
          50 g di mandorle tostate tritate grossolanamente.

          Procedimento:

          per il plumcake 
          Lavorare il burro a pomata molto bene (è fondamentale per la riuscita del plumcake) aggiungere lo zucchero a velo setacciato e amalgamare con la frusta a mano.

          Aggiungere un uovo alla volta senza inserire il successivo se il precedente non è ben amalgamato, poi in ordine lo zucchero invertito, il latte, la fecola e il lievito setacciati insieme, per ultimo la farina setacciata con il cacao amaro.
          Amalgamare bene il composto sino a renderlo liscio, versare l'impasto nello stampo sino a 2/3 dell'altezza. Infornare a 210/220°C per 6/7 min. poi abbassare a 160°C per altri 30/35 min.


          per il ragù di frutti di bosco
          Mescolare lo zucchero semolato con la pectina e lo sciroppo di glucosio in polvere. Scaldare le due puree di frutta in una casseruola, fino a circa 50°C. Unire a pioggia la miscela in polvere realizzata in precedenza.
          Portare a bollore e cuocere per un paio di minuti. A fine cottura unire il succo di limone e lasciar raffreddare. Quando il composto è freddo, unire i frutti di bosco e mettere in frigorifero.


          per la copertura al cacao

          Sciogliere il cioccolato a bagnomaria al momento del montaggio del dolce; inserire le mandorle tritate; glassare dopo aver messo in congelatore il dolce per trenta minuti.


          Montaggio
          Togliere in cake dallo stampo quando sarà completamente freddo;

          tagliare la parte superiore del cake per tutta la lunghezza e con uno spessore di 1/2 cm.;

          con un coltellino affilato, scavare l'interno del cake creando un "contenitore" con pareti dello spessore ci circa 1/2 cm.;

          spennellare l'interno del cake con il cioccolato fuso a 30 gradi e mettere 10' in frigorifero;

          inserire il ragù di frutti di bosco;

          riposizionare la parte tagliata; mettere in congelatore per un'ora;

          prendere il cake e dopo averlo posizionato su di una gratella, glassarlo con il cioccolato fuso e mandorle; metter in frigorifero per 30'.
          Decorare a piacere



          06 May 08:35

          TARTE AU FRAISE ET PISTACHE (Cristophe Michalak) Cecconi Stefano

          by Marco Spetti
          Vgreco51

          tarta


          Ganache montata cioccolato bianco e pistacchio (da preparare la sera prima)
          270 g di panna fresca
          120 g di cioccolato bianco

          25 g di pasta di pistacchio


          Procedimento:
          Sciogliere al microonde il cioccolato bianco, unirvi la pasta di pistacchio e mescolare.
          Portare a bollore la panna e poi versarla in tre volte sul cioccolato mescolando energicamente con un cucchiaio di silicone dal centro verso l’esterno. Mixare qualche secondo con un frullatore ad immersione, coprire con pellicola ( non a contatto) e mettere in frigo fino al giorno dopo.
          Al momento di utilizzarla montare la ganache, mettere in sac a poche e decorare la torta.


          Per la base shortbread
          (rettangolare cm 28x20)
          200 g di burro freddo
          100 g di zucchero a velo
          230 g di farina 00
          1 pizzico di fior di sale

          Procedimento:
          Tagliare a piccoli pezzi il burro freddo e inserirlo in planetaria con con aggancio a foglia insieme agli altri ingredienti, far sabbiare l’impasto e appena inizia ad accorparsi riporlo nella pellicola alimentare e in frigo per 30 minuti circa.
          Riprendere l’impasto e stenderlo su carta forno a circa 5 mm di spessore dandogli la forma del rettangolo di acciaio che utilizzerete per la cottura, appoggiare quindi il rettangolo sopra e eliminare le eccedenze laterali, bucherellare e cuocere a 160°C ventilato per 10 minuti (precottura).

          Crema di mandorle e pistacchio

          - 200 g di zucchero di canna tipo cassonade
          - 200 g di mandorle in farina 
          - 200 g di burro morbido
          - 4 uova piccole (circa 200 g)
          - 30 g di pasta di pistacchio
          - 45 g di panna fresca


          Procedimento:
          In una boule mettere tutti gli ingredienti tranne le uova, mescolare bene con delle fruste poi unire le uova leggermente sbattute ed incorporarle al resto del composto usando un cucchiaio di silicone, non utilizzate le fruste perchè la crema non deve incorporare aria altrimenti si gonfierebbe in cottura e non deve succedere.
          Adesso versate la crema sopra la base shortbread, livellate e rimettete in forno a 170°C ventilato per 20 minuti circa. Poi sfornate e lasciate raffreddare.

          Confettura di fragole:
          - 200 g di fragole
          - 40 g di zucchero di canna
          - 2 g di pectina

          Procedimento :
          Frullare le fragole, unire lo zucchero mescolato alla pectina e portare a bolllore, far bollire alcuni minuti per addensarla leggermente e versarla in un contenitore a raffreddare.



          Montaggio:
          Quando la base shortbread cotta assieme alla crema di mandorle e pistacchio è ormai fredda si inizia a spennellare abbondantemente la superficie e i lati con la confettura di fragole.
          Poi fate aderire ai lati della granella di pistacchi.
          Adesso spennellate di confettura anche le fragole che andranno a decorare la tarte.
          Riprendete la ganache montata dal frigo e mettetela in sac a poche con bocchetta dentata a 8 punte, iniziate ad alternare una fragola ed uno spuntone di ganache su tutta la superficie della tarte.
          Finite con qualche granella di pistacchio sulla sommità delle fragole e qualche fiocco di oro alimentare.

          04 Apr 17:33

          Charlotte cocco e fragola (M. Santin)

          by Alessandro Peluso
          Vgreco51

          tarta

          04 Apr 17:33

          Veneziana lievito misto (D. Dianin)

          by Alessandro Peluso
          Vgreco51

          bollo

          04 Apr 17:18

          Crostata al limone

          by Valentina
          Vgreco51

          tarta

          Amanti dei dolci al limone? Questa crostata al limone fa per voi!
          E’ tra le mie preferite… L’incontro tra la pasta frolla e il profumo della crema al limone evoca davvero sensazioni meravigliose, non è un caso che ve la presenti proprio oggi: Primo giorno di primavera!
          Così bella, dal colore vivare, solare… è un piacere per gli occhi e per il palato!
          Per non parlare del suo profumo, così intenso ma dolce che si sparge per tutta la casa, richiamando un po’ tutti.
          Preparare questa crostata in casa è facile veloce, se vi dividete le preparazioni in vari step (come vi consiglio sempre), diventerà ancora più semplice, soprattutto per chi va sempre di fretta o non ha tempo… un bel dolce è sempre assicurato!

          Una crostata perfetta perfetta per ogni occasione, come dolce della domenica, da regalare, come colazione o merenda… insomma è tra quei dolci che uniscono sempre tutti e trova la sua collocazione in ogni momento della giornata. Che dirvi di più… dovete provarla perchè non l’abbandonerete più!
          Mani in pasta golosi…  la primavera è nell’aria ma anche nelle nostre cucine 😉

          -Valentina

          crostata-al-limone-ricetta-facile

          Crostata al limone

          Ingredienti per la pasta frolla

          • 300 g di farina 00
          • 1 uovo medio
          • 1 tuorlo medio
          • 100 g di zucchero semolato
          • 150 g di burro
          • buccia di mezzo limone
          • 1/2 cucchiaino raso di lievito per dolci
          • 1 pizzico di sale

          Procedimento per la pasta frolla

          Se utilizzate un mixer: Aggiungete il burro e la farina 00, azionare il mixer fino ad ottenere un composto sabbioso.
          Aggiungere poi tutti gli altri ingredienti e lavorare per circa 40 secondi il tempo necessario per amalgamarli tutti. Attenzione a non riscaldare troppo la pasta frolla con le lame.
          Quando tutti gli ingredienti si sono amalgamati, lavoratela leggermente con le mani, richiudetela in pellicola trasparente e fate riposare in frigorifero per almeno 30-40 minuti.

          Procedimento a mano per la pasta frolla

          1. Ponete la farina su di una spianatoia, aggiungete buccia grattugiata di limone o vaniglia.
          2. Aggiungete a pezzetti il burro freddo.
          3. Lavorate il composto “sabbiandolo”,  sfregando le mani, il passaggio deve essere molto veloce.
          4. Formate poi una fontana  creando un buco al centro aggiungete lo zucchero, il lievito, il tuorlo e l’uovo.
          5. Lavorate il composto fino ad ottenere un panetto omogeneo ed elastico.
          6. Conservate in frigorifero avvolta in pellicola per alimenti per circa un’ora.

          crostata-al-limone-ricetta-infallibile

          Ingredienti per la crema al limone

          • 700 ml di latte intero
          • 50 ml di succo di limone
          • 60 g di amido di mais
          • 6 tuorli
          • 220 g di zucchero semolato ( in base a quanto la preferite dolce)
          • Buccia di due limoni – Usate limoni grandi, succosi e bio.

          Procedimento per la crema al limone

          1. Prendete il latte intero e portare a sfiorare il bollore insieme alle bucce di limoni. Spegnete e lasciate 5 minuti in infusione.
          2. Nel frattempo in una ciotola aggiungete i tuorli e lo zucchero e mescolate con una frusta a mano.
          3. Unite l’amido di mais setacciato e mescolate. (1)
          4. Prendete il latte e filtratelo con l’aiuto di un colino sul composto di uova. (2)
          5. Mescolate, trasferitelo nella pentola e cuocete a fuoco molto dolce, mescolando continuamente fino a quando il composto non si addensa. (3)
          6. Spegnete, fate intiepidire ed aggiungete il succo di limone, mescolate e coprite con pellicola trasparente a contatto.
          7. passaggi-torta-al-limone

          Procedimento crostata al limone

          1. Prendete la pasta frolla dal frigo, mettete un po’ di pasta frolla da parte che vi servirà per le strisce e la decorazione.
          2. Stendete una parte del panetto su di una spianatoia leggermente infarinata.
          3. Trasferite poi questa base in una tortiera da crostata da 22-24 cm di diametro preventivamente imburrata. Bucherellate con una forchetta leggermente tutto il fondo. (4)
          4. Prendete la crema che avete precedentemente preparato se necessario stemperatela un poco con una frusta a mano e versatela all’interno della tortiera. (5)
          5. Aggiungete le strisce su tutta la superficie o decorate a piacere. (6)
          6. passaggi-torta-al-limone-2
          7. Cuocete in forno preriscaldato a 180° per circa 40-50 minuti controllando spesso. Quando sarà dorata in superficie la crostata è pronta. I tempi variano da forno a forno quindi controllate spesso.
          8. Trascorso il tempo di cottura, fate raffreddare completamente la crostata e solo quando ben fredda trasferitela in frigorifero e fate riposare per qualche oretta.
          9. Più riposa, più i sapori si esalteranno. La crostata al limone è pronta da servire!
          • Consigli:
            Per un gusto ancora più intenso di limone potete aggiungere sul fondo prima di versare la crema un sottile velo di marmellata al limone.
            Conservate la crostata al limone in frigorifero ben coperta e consumarla entro due giorni.

          Fonte: Crostata al limone

          04 Apr 17:17

          Cheesecake Twix

          by Valentina
          Vgreco51

          tarta

          Cheesecake Twix… Una sola parola peccaminosa!
          Eh si, perchè questa torta è un vero peccato di gola, quello che bisogna concedersi una volta ogni tanto per rendere la vita un po’ più dolce! Chiudete gli occhi quindi se siete a dieta, oppure tenetevi questa golosità da parte per il periodo di non regime o per uno sgarretto che ogni tanto si può fare.

          Ho sempre adorato i Twix, sono tra i miei cioccolatini preferiti, li definisco una droga, se ne mangi uno inevitabilmente ne vorresti un altro… Perchè quindi non farne un bel dolce?
          Ed eccola qui la mia versione fresca, golosa dell’amabile cioccolatino! Un ripieno cremoso che si sposa alla perfezione con il caramello mou, il tutto ricoperto da una morbida copertura al cioccolato al latte.
          Inutile dirvi che è buonissima, se siete amanti del genere, le papille gustative andranno in tilt… un po’ come le mie dopo averla preparata! E’ perfetta per ogni occasione, come dolce per il weekend, compleanni, cene tra amici… da gustare rigorosamente in compagnia perché è ancora più bello! In basso troverete tutti i miei consigli e note per realizzarla al meglio.
          Mani in pasta golosi… fatemi sapere com’è andata 😉

          -Valentina

          cheesecake-twix-ricetta-golosa-e-facile

          Cheesecake Twix

          Ingredienti per una cheesecake twix da 20-22 cm di diametro-

          Ingredienti per la base biscotto

          • 200 g di biscotti digestive ( o biscotti che preferite)
          • 100 g di burro

          Ingredienti per il caramello mou

          • 150 g di zucchero semolato
          • 3 cucchiai di acqua
          • 200 ml di panna fresca

          Ingredienti per il ripieno

          • 250 g di ricotta comune da banco
          • 250 g di mascarpone
          • 120 g di zucchero semolato
          • 8 g di gelatina in fogli
          • 200 ml di panna da montare
          • 1 cucchiaino di estratto di vaniglia
          • 1-2- Twix da tagliare a pezzetti

          Per la copertura

          • 200 g di cioccolato al latte
          • 100 ml di panna

          Per un contrasto meno dolce potete usare anche del cioccolato fondente.
          A piacere potete aggiungere 2 g di sale per preparare un caramello salato.

          cheesecake-twix-ricetta-facile

          Procedimento per il caramello mou

          1. Riscaldate a fuoco dolce la panna fresca in un pentolino.
          2. In un altro pentolino dal fondo spesso aggiungere lo zucchero e l’acqua mescolate con un cucchiaio di legno per far sciogliere lo zucchero. Dopo aver mescolato, cuocete a fiamma media.
          3. Quando lo zucchero inizierà a caramellare non mescolate mai il composto, ma roteate un po’ la pentola con le mani per far scioglier completamente lo zucchero.
          4. Quando raggiungerà un colore ambrato togliere subito dal fuoco il pentolino. Attenzione a questo passaggio perchè il passo tra ambrato e bruciato è un attimo.
          5. Versate un cucchiaio di panna calda sul caramello attenzione che sarà bollente quindi spostatevi, mescolate molto velocemente sciogliendo eventualmente i grumi. Unite la panna a filo man mano, continuando a mescolare. Non aggiungete ulteriore panna se non si è ben amalgamato il caramello alla panna precedente. Continua in questo modo per evitare che si formino grumi. Aggiungete una noce di burro e rimettete il pentolino sul fuoco.
          6. Cuocete a fiamma dolce (occorreranno circa 5 minuti) dovrete ottenere una crema densa ma non troppo, se troppo liquida proseguite la cottura fino a quando non raggiungerà una consistenza densa. Spegnete e fate raffreddare più trascorreranno i minuti e più cambierà consistenza. Se si formano di piccoli grumi potete passarlo al colino.
          7. Mettete il caramello mou in un bicchiere di vetro e fate raffreddare completamente a temperatura ambiente.
          8. Dopo trasferite il tutto in frigorifero.

          Procedimento per la base biscotto

          1. Fondere il burro in un pentolino.
          2. Tritate finemente i biscotti in un mixer ed uniteli al burro precedentemente sciolto. Amalgamate il tutto fino ed incorporateli per bene.
          3. Rivestite uno stampo da 20-22 cm di diametro a cerchio apribile con della carta forno. Ritagliate e rivestite con delle strisce di carta forno anche il cerchio. Versate i biscotti sbriciolati e compattate per bene la base con il dorso di un cucchiaio, sia la base che un po’ i bordi. Fate riposare in frigorifero per circa 30 minuti.

          Procedimento per il ripieno

          1. Mettete in acqua ben fredda la gelatina in fogli per almeno 10 minuti.
          2. Nel frattempo montate la panna a neve e e mettete da parte.
          3. In una ciotola a parte stemperate con le fruste la ricotta ed il mascarpone insieme allo zucchero e l’estratto di vaniglia per farli ammorbidire.
          4. Aggiungete la panna montata a  questo composto alla panna montata e mescolate con un cucchiaio di legno.
          5. In un pentolino riscaldate 3- 4 cucchiai di panna da montare liquida (senza raggiungere il bollore)  ed aggiungete la gelatina in fogli ben strizzata.
          6. Aggiungere la gelatina in fogli al ripieno e mescolate per incorporarla del tutto. Attenzione a questa fase, il composto con la gelatina in fogli non deve essere caldo ma freddo altrimenti si formeranno grumi.
          7. Prendete la base di biscotti dal frigo e versate metà del composto sulla base di biscotti.
          8. Aggiungete i Twix fatti a pezzetti piccoli e ricoprite il tutto con il restante ripieno. Livellate per bene ed aggiungete con un cucchiaio il caramello mou che avete preparato. La quantità varia a piacere ed in base ad i vostri gusti.
          9. Mettete in frigorifero e fare riposare la cheesecake per almeno 3 ore.
          10. Trascorso il tempo di riposo, prepariamo la copertura al cioccolato.

          Procedimento per la copertura al cioccolato

          • In un pentolino riscaldate la panna liquida. Aggiungete il cioccolato al latte tritato e fate sciogliere completamente, mescolate con un cucchiaio di legno.
          • Fate raffreddare completamente e versate la copertura al cioccolato sulla cheesecake. Fate riposare per un’altra oretta in frigorifero.
          • Trascorso il tempo necessario di riposo, estraete delicatamente la cheesecake dallo stampo, eliminate la carta forno e decorate a vostra scelta, io ho usato altri Twix.
          • Conservate la cheesecake Twix in frigorifero per massimo due giorni.

          Consigli per una cheesecake twix perfetta:

          1. Come sempre vi consiglio di anticiparvi nelle preparazioni in modo da essere più veloci. Il caramello potete prepararlo un giorno prima ( anche due) e dopo averlo fatto raffreddare conservatelo in frigorifero.
          2. La preparazione del dolce è abbastanza facile, dovete però stare attenti alla preparazione del caramello. Seguite le mie indicazioni precise. Se andate di fretta, avete paura di un possibile fallimento si trova in commercio nei supermercati ben forniti, potete sostituire il tutto anche con il dulce de leche.
          3. Se non amate il cioccolato al latte e preferite un contrasto meno dolce, nella copertura al cioccolato sostituite quello al latte con il fondente.

          Fonte: Cheesecake Twix

          04 Apr 17:16

          Torta mousse al cioccolato e fragole

          by Valentina
          Vgreco51

          tarta

          Torta mousse al cioccolato e fragole… Una sola parola: Paradisiaca!
          Basta aver visto le prime fragole al mercato, quelle invitanti, rosse e succose e tra il pensiero e l’azione nel proporvi un bel dolce per il weekend è passato davvero un nanosecondo.
          Ovviamente non poteva che includere il mio connubio preferito, fragole e cioccolato, un’accoppiata vincente se adorate entrambi le cose… Il tutto vi porterà inevitabilmente a non avere freni davanti a tanta dolcezza!
          Ed eccola qui, la torta mousse al cioccolato e fragole che ho sviluppato per voi, consiste in varie preparazioni di base, ma ho cercato di rendervela più facile possibile! Quindi non fatevi ingannare dai vari step oppure dalla parole mousse che generalmente inquieta, se vi organizzate è davvero facile da preparare e porterete in tavola un dessert che stupirà tutti… garantito 😉
          La base che ho utilizzato è una pasta biscotto in equilibrio con una mousse al cioccolato senza uova quella di Santin che adoro e che si prepara davvero in 10 minuti, per terminare e contrastare l’estrema dolcezza ho aggiunto una gelée di fragole che le dona un’incredibile freschezza al palato.
          Dovete provarla… basta davvero poco per stupire e portare in tavola un dolce che conquisterà tutti!

          Mani in pasta golosi e fatemi sapere com’è andata 😉

          -Valentina

          torta-mousse-al-cioccolato-e-fragole-ricetta-facile

          Torta mousse al cioccolato e fragole

          Procedimento per una torta mousse al cioccolato e fragole da 20-22 cm di diametro

          Ingredienti per la pasta biscotto

          • 3 uova a temperatura ambiente
          • 90 g di zucchero semolato
          • 60 g di farina 00
          • 20 g di cacao amaro
          • 1 cucchiaino di estratto di vaniglia o aroma a piacere
          • un pizzico di sale
          • 1 cucchiaino raso di lievito per dolci ( facoltativo)

          Ingredienti per la mousse al cioccolato senza uova

          • 300 g di panna fresca
          • 315 g di cioccolato fondente
          • 225 g di panna montata fresca o da vegetale

          Ingredienti per la geleè di fragole

          • 380 g di fragole
          • 100 g di zucchero semolato
          • succo di mezzo limone
          • 6 g di gelatina in fogli

          +Qualche fragola i bordi e decorare

          Ingredienti per la copertura

          • 200 g di cioccolato fondente
          • 130 ml di panna liquida da montare

          torta-mousse-al-cioccolato-e-fragole-ricetta

          Procedimento pasta biscotto al cacao

          1. Separate i tuorli dagli albumi.
          2. Montate i tuorli insieme allo zucchero semolato fino ad ottenere un composto chiaro e spumoso. Montate fino ad ottenere un composto chiaro e spumoso.
          3. Montate gli albumi a neve insieme al pizzico di sale.
          4. Aggiungete gli albumi al composto di tuorli e zucchero in più riprese e delicatamente senza farli smontare.
          5. Unite la farina setacciata, il cacao ed il lievito a pioggia sempre in più riprese mescolando delicatamente dal basso verso l’alto. Amalgamate per bene il tutto.
          6. Imburrate una tortiera da 22 cm di diametro. Ritagliate un cerchio dello stesso diametro della tortiera (22 cm) e rivestite la base della tortiera. Aggiungete il composto nella teglia.
          7. Livellate il composto e cuocete in forno statico e preriscaldato a 180° per 10 minuti. Controllate e fate le prova stecchino per verificarne la cottura.
          8. Trascorso il tempo di cottura estraete e fate raffreddare la base.
          9. Nel frattempo preparate la mousse al cioccolato.

          Procedimento mousse al cioccolato senza uova

          • Riscaldate in un pentolino 300 g di panna fresca, quando sfiora il bollore aggiungere il cioccolato fondente tritato e mescolate per farlo sciogliere completamente. Fate raffreddare completamente.
          • Nel frattempo montate i 225 g di panna a neve dolce ben fredda di frigorifero.
          • Unite in più riprese la panna montata al cioccolato precedentemente sciolto con la panna con movimenti molto delicati dal basso verso l’alto. Incorporatla panna.  Questa è la fase più delicata, dovrete incorporare aria senza far smontare il composto altrimenti otterrete una mousse troppo consistente e pesante. La mousse al cioccolato senza uova è pronta.
          • Rivestite una tortiera da 22 cm di diametro con carta forno, ritagliando anche due strisce per i bordi come per le cheesecake. Aggiungete la base di pasta biscuit che avete precedentemente preparato. A piacere potete usare la bagna al liquore che preferite, io ho usato un po’ di succo di fragole delle geleè.
          • Posizionate lungo tutti i bordi le fragole tagliate a metà con la parte bianca rivolta verso l’esterno.
          • Aggiungete metà mousse al cioccolato e livellate. Mettete in freezer per circa 30 minuti.
          • Quando la gelée è ben soda potete aggiungere la restante mousse. Livellate e mettete in frigorifero.
          • Nel frattempo preparate la copertura. Tagliate a pezzetti il cioccolato e mettete da parte.
          • Riscaldate la panna liquida in un pentolino, fino a sfiorare il bollore, aggiungete il cioccolato fondente e fate sciogliere completamente. Fate raffreddare per bene.
          • Aggiungete il cioccolato sulla base.
          • Fate riposare in frigorifero per circa 4 ore.
          • Questa torta più riposa e più sarà buona provare per credere.
          • Conservate la torta mousse al cioccolato e fragole ben coperta e consumarla entro massimo due giorni.

          Procedimento per la gelée di fragole

          1. Mettete la colla di pesce in acqua ben fredda per almeno 10 minuti.
          2. Lavate per bene le fragole e tagliatele a pezzetti piccoli. Aggiungetele in un pentolino insieme allo zucchero semolato. Aggiungete il succo di limone e fare cuocere a fuoco dolce, per circa 5 minuti, girando spesso.
          3. Prendete il composto di fragole e frullate il tutto in un mixer.
          4. Rimettete il composto subito nel pentolino ed aggiungete la colla di pesce ben strizzata e mescolate.

          Ricapitolando:

          • Prendete la pasta biscotto bagnate con un pennellino con un po’ di succo di fragole. Adagiate le fragole tagliate a metà lungo tutti i bordi.
          • Prendete metà della mousse al cioccolato che avete preparato ed aggiungetela sulla base. Livellate per bene.
          • Aggiungete tutta la gelée di fragole sulla mousse e mettete in freezer a rassodare per circa 30-60 minuti.
          • Quando è ben solida, aggiungete la restante mousse e livellate nuovamente. Se nel frattempo la mousse si è solidificata un po’ troppo, aggiungete 2-3 cucchiai di panna liquida per stemperare il composto.
          • A piacere aggiungete anche la copertura al cioccolato fondente su tutta la superficie. Mettete in frigorifero a riposare per almeno 3-4 ore. Più riposa e più sarà buona.

          Note e consigli per realizzarla:

          Anticipatevi nelle preparazioni, in modo che sarà più facile. La pasta biscotto potete prepararla anche il giorno prima e chiuderla in pellicola.
          C’è qualche passaggio in più ma sono tutti veloci e facili ma se siete sempre di fretta, potete personalizzarla come preferite. Potete evitare la copertura al cioccolato e spolverizzarla solo con cacao, oppure evitare la gelée se la preferite con meno fragole.

          Fonte: Torta mousse al cioccolato e fragole

          04 Apr 17:15

          Crostata di ricotta e gocce di cioccolato

          by Valentina
          Vgreco51

          tarta

          Crostata di ricotta e gocce di cioccolato che semplicissima bontà!
          Un dolce classico che nella sua estrema semplicità, unisce i palati di grandi e piccini. La pasta frolla così profumata che avvolge un ripieno di crema alla ricotta e tanto cioccolato… un morso ed è subito casa. Profumo di cose belle, di domenica in attesa di un dolcetto, di unione.
          Un dolce che conquista già dalla cottura, quando inizia ad emanare tutto il suo profumo… Ed è davvero difficile resisterle! Prepararla in casa è semplicissimo, potete anche anticiparvi nella preparazione della pasta frolla qualche giorno prima, la crema di ricotta invece si prepara in un minuto.  Visto che manca davvero poco è perfetta anche come dolce di Pasqua!
          Mani in pasta golosi… sentite che profumino? Aspetto anche le vostre!

          -Valentina

          crostata-di-ricotta-e-gocce-di-cioccolato-ricetta-facile

          Crostata di ricotta e gocce di cioccolato

          Ingredienti per la pasta frolla

          • 300 g di farina 00
          • 1 uovo
          • 1 tuorlo
          • 100 g di zucchero semolato
          • 150 g di burro morbido
          • buccia grattugiata di limone
          • 2 g di lievito per dolci

          Ingredienti per la crema di ricotta

          • 650 g di ricotta comune da banco
          • 200 g di zucchero semolato ( potete aumentare o diminuire a secondo dei vostri gusti)
          • 2 tuorli medi
          • 80 g di gocce di cioccolato
          • 1 cucchiaino di estratto di vaniglia o aroma vaniglia

          crostata-di-ricotta-e-gocce-di-cioccolato-ricetta

          Procedimento per la pasta frolla

          Se utilizzate un mixer:

          1. Aggiungete lo zucchero e tritatelo più fine. Aggiungete il burro a pezzetti e la farina 00, azionare il mixer fino ad ottenere un composto sabbioso.
          2. Aggiungere poi tutti gli altri ingredienti e lavorate il composto per circa 40 secondi solo il tempo necessario per amalgamarli tutti in maniera omogenea.  Non riscaldare troppo la pasta frolla con le lame.
          3. Quando tutti gli ingredienti si sono amalgamati, lavoratela leggermente con le mani su di un piano, richiudetela in una pellicola trasparente e fate riposare in frigorifero per circa 1 ora.

          Procedimento a mano:

          1. Ponete la farina su di una spianatoia, la buccia grattugiata di limone, aggiungete a pezzetti il burro morbido.
          2. Lavorate il composto “sabbiandolo”,  sfregando le mani, il passaggio deve essere molto veloce.
          3. Formate poi una fontana creando un buco al centro aggiungete lo zucchero fine, il lievito, il tuorlo e l’uovo ed il pizzico di sale.
          4. Lavorate il composto fino ad ottenere un panetto omogeneo ed elastico.
          5. Conservate in frigorifero avvolta in pellicola per alimenti per circa un’ora.

          Procedimento per il ripieno della crostata di ricotta e gocce di cioccolato

          1. In una ciotola aggiungete la ricotta e ammorbiditela con una frusta a mano insieme allo zucchero.
          2. Aggiungete i tuorli, l’estratto di vaniglia.
          3. Mescolate delicatamente sempre con la frusta fino ad ottenere un composto omogeneo. Unite in ultimo le gocce di cioccolato.
          4. Mettete da parte e procedete per la composizione della crostata.
          5. Prelevate la pasta frolla dal frigorifero, se necessario portatela a temperatura lavorandola leggermente con le mani. Mettete un po’ da parte le strisce decorative. Stendete la pasta frolla con un matterello su di un piano infarinato.
          6. Trasferite la pasta frolla in uno stampo da crostata da circa 22-24 cm di diametro. Sistemate per bene i bordi, bucherellate tutto il fondo con i rebbi di una forchetta.
          7. Aggiungete il ripieno al suo interno. Decorate con le strisce in superficie oppure a piacere.
          8. Cuocete in forno preriscaldato a 180° per circa 50 minuti. Controllate spesso durante gli ultimi minuti di cottura., quando le strisce sono dorate in superficie è pronta.
          9. Fate raffreddare completamente ed estraetela dallo stampo.
          10. Fate riposare e raffreddare completamente per qualche ora. Trascorso il tempo di riposo necessario, estraetela dallo stampo, cospargete tutta la superficie con abbondante zucchero a velo e la crostata di ricotta e gocce di cioccolato è pronta per essere servita.
          11. Conservate in frigorifero al riparo da altri odori e consumare entro massimo due giorni.

          Consigli: Potete personalizzare questa crostata come più preferite, aggiungendo sulla base cioccolato o marmellata,  oppure anche dell’uvetta precedentemente messa in ammollo in acqua calda o rum.

          Fonte: Crostata di ricotta e gocce di cioccolato

          04 Apr 17:13

          Namelaka al cioccolato fondente

          by Stefania Profumi&Sapori
          Vgreco51

          tarta

          Dopo avervi parlato in precedenti post della namelaka al cioccolato bianco (anche nella versione agli agrumi), e della namelaka al pistacchio ( o nocciola), non potevo esimermi dal pubblicare anche quella al cioccolato fondente. Morbida e vellutata, golosa come poche altre creme. La ricetta è sempre del maestro Maurizio Santin, e ormai non la cambio […]
          04 Apr 17:08

          Ciambella al mascarpone

          by Damiana Casillo
          Vgreco51

          bizcocho

          27 Marzo – 3 Aprile 2017 la settimana BLU dedicata alla consapevolezza sull’autismo. Sul sito della FIA, Fondazione Italiana Autismo, ulteriori informazioni e dettagli degli eventi in giro per l’Italia.
          04 Apr 17:04

          La mia Empanada Gallega per il Club del 27

          by Acquolina
          Vgreco51

          salado


          Questo mese il Club del 27 ha avuto davvero l'imbarazzo della scelta! Il Club cerca di riportare all'attenzione ottime ricette proposte sul sito di MTChallenge come Tema del mese, che giustamente meritano di essere ricordate e riproposte. 
          Qui potrete ritrovare tutte i post di oggi, ormai siamo tanti in questo club, andate a vederle tutte!
          Io ho scelto la Empanada Gallega di Mai Esteve, con la sua ricetta originale, ve la consiglio, anzi, dovete farla assolutamente, è buonissima! Grazie Mai!!!
          E più facile di quello che sembra, la trovo perfetta anche per un pic-nic primaverile, chissà perché non l'avevo ancora provata. E voi, fatela subito, mi raccomando!
          E ora, all'opera :-D




          Empanada Gallega (ricetta da qui)

           per il ripieno:

          1 grosso peperone rosso,
          2 cipolle medie,
          350 g di tonno sott'olio,
          150 ml di olio extra vergine di oliva,
          3 pomodori,
          sale.

          per l'impasto:

          500 g di farina,
          9 o 11 cucchiai di olio del soffritto,
          3 cucchiai di acqua a temperatura ambiente,
          5 g di lievito di birra fresco (ma potete usare anche quello liofilizzato),
          1 cucchiaino abbondante di pìmenton dulce (paprika dolce),
          1 cucchiaino scarso di sale,
          3 cucchiai di acqua (temperatura ambiente).
          (al posto dell'olio del soffritto si può usare dello strutto, circa 50 g, e se serve aggiungere acqua)

          Lavate le verdure, sbucciate le cipolle e tagliatele a dadini piccoli, fate soffriggere in abbondante olio a fiamma bassa per 3 o 4 minuti.
          Nel frattempo pulite il peperone dai filamenti interni e dei semi e tagliatelo a listerelle e poi a dadini, incorporatelo al soffritto di cipolla e fateli ammorbidire entrambi.
          Passate i pomodori sotto l’acqua bollente (o sbollentateli in pentola, come siete più pratici) in modo di poter togliere la pelle più facilmente, strizzateli e versate nel soffritto quando la cipolla e il peperone siano già quasi cotti. Amalgamate e cuocete ancora per una decina di minuti poi aggiungete il tonno e fate cuocere per altri 5 minuti. Lasciate raffreddare dentro un colino appoggiato in un piatto o ciotola, in modo di raccogliere il liquidi del soffritto, il quale ci servirà per l’impasto della empanada.
          Preparate l’impasto mettendo la farina in una ciotola capiente lasciando un buco al centro, a forma di fontana, dove andrete a versare tutti gli altri ingredienti. Cominciando dal pimenton dulce, il sale, l’olio del soffritto e il lievito, sciolto in un paio di cucchiai d’acqua a temperatura ambiente.
          Impastate bene e con grinta per una decina di minuti o finche la pasta non diventa elastica abbastanza di non rompersi se la tiriamo. 
          (Io ho aggiunto un po' di olio del soffritto, un pochino di strutto, circa 30 g, e anche dell'acqua, fino ad ottenere un composto liscio ed omogeneno, dipende da diversi fattori tra cui anche la farina usata).
          Fate una palla e lasciatela riposare coperta con un canovaccio pulito, per una trentina di minuti.
           Stendete la pasta in due sfoglie sottili, con una rivestire uno stampo leggermente unto e distribuite sulla sfoglia il ripieno. Chiudete con il secondo disco sigillando bene i bordi e poi piegandoli verso l’interno. Spennellatela con un tuorlo sbattuto. Cuocete in forno caldo  a 180 °C per 45 minuti,  o finche la empanada prenda un colore bello dorato.
          Lasciatela riposare qualche minuto fuori dal forno prima di levarla dalla teglia.
          Si possono aggiungere delle uova sode tagliate a metà nel ripieno e io l'ho fatto.





          04 Apr 17:02

          Black Bottom Passionfruit Pie... ou Torta de Maracujá e Chocolate

          by Richie
          Vgreco51

          tarta


          Olás, tudo bem?
          Mês passado meu irmão viajou de férias uns vinte dias, e como ele precisava de alguém que ficasse com a cachorra e cuidasse da casa, peguei meu computador, minha câmera fotográfica, minha fôrma de tortas e fui para lá. Nesse tempo, andei testando o forno dele [é sempre estranho para mim cozinhar no forno dos outros] e minha câmera fotográfica com diferentes intensidades de luz [a casa do meu irmão é bem mais clara que a minha]. Acostumei mais rápido com a luminosidade do que com o forno, e nunca senti tanta saudades da minha batedeira [e tigelas e assadeiras e termômetros e fouets e xícaras medidoras] quanto nesse período!
          A torta da receita de hoje eu meio que inventei para receber meu irmão na volta: simples, não precisa de batedeira, nem balança culinária, nem termômetro de forno nem nada. Na verdade, e eu acho que já disse isso aqui, esse tipo de torta [base de biscoitos triturados e recheio à base de leite condensado, gemas e suco] é a melhor escolha quando se tem pouco tempo [fica pronta rapidinho!] e muita preguiça [não dá trabalho nenhum!].
          Essa torta é uma combinação da Key Lime Pie [a torta de limão com leite condensado típica da Flórida] com a Black Bottom Pie, "tropicalizada" com polpa de maracujá [eu não resisto ao aroma de maracujás maduros quando passo perto da banca do supermercado!].
          "Black Bottom" é como os americanos chamam essas tortas que levam uma camada de chocolate escondida entre a crosta e o recheio principal. Eu já preparei Black Bottoms de limão e de aveia aqui no blog, seguindo receitas americanas clássicas. Com maracujá eu nunca vi referência nenhuma, mas não é que deu certo?! Claro que não é segredo pra ninguém que maracujá [assim como a maioria das frutas ácidas] vai muito bem com chocolate, né?
          E o mesclado da superfície se por uma lado denuncia a camada surpresa de chocolate, por outro dá aquele charme e dispensa qualquer outra decoração. Mas claro que você pode servir com uma colherada de creme de leite batido, se quiser ;)
          Meu irmão adorou! Espero que você também goste!


          Torta de Maracujá com Fundo de Chocolate 
          {ou Black Bottom Passionfruit Pie}
          [rende uma torta de 23cm de diâmetro]

          Ingredientes da massa:
          200g de biscoito Maria;
          6 colheres de sopa [90g] de manteiga sem sal, derretida [meça antes de derreter].

          Para a ganache de chocolate:
          120g de chocolate meio amargo [usei 56% cacau] picadinho;
          1/4 de xícara de creme de leite fresco.

          Para o recheio de maracujá:
          5 gemas;
          1 e 1/2 latas de leite condensado;
          3/4 de xícara de polpa de maracujá peneirada [é o suco da polpa, né? De uns 6 maracujás. Eu deixo passar algumas sementinhas para dar um charme.];
          1 pitada de sal.

          Prepare a massa:
          Preaqueça o forno a 180 graus.
          No liquidificador ou processador, triture os biscoitos até virar uma farinha grossa. Transfira para uma tigela, junte a manteiga derretida e misture bem. 
          Forre o fundo e as laterais de uma fôrma de torta de 23cm de diâmetro, pressionando com as costas de uma colher, para compactar a massa.
          Leve para assar por 10 minutos, então retire e deixe esfriar. Abaixe o forno para 160 graus.

          Enquanto a massa assa, prepare a ganache de chocolate:
          Coloque o chocolate picado em uma tigelinha. Aqueça o creme de leite fresco no fogão ou microondas, sem deixar ferver, e então derrame sobre o chocolate. Deixe descansar por uns 3 minutinhos, então misture delicadamente com uma colher, até conseguir um creme homogêneo e brilhante. Reserve.

          Prepare o recheio de maracujá:
          Em uma tigela bata ligeiramente as gemas com um garfo. Junte o leite condensado, a polpa de maracujá e o sal. Misture bem até ficar homogêneo.

          Montando a torta:
          Espalhe a ganache de chocolate, reservando cerca de duas colheres de sopa [para a decoração], sobre a massa já ligeiramente fria. Por cima, espalhe com cuidado o creme de maracujá.
          Com uma colherzinha de café, espalhe pontinhos do restante da ganache sobre o creme de maracujá. Eu espalhei uns 14 pontinhos. Com um palito de madeira, mescle os pontinhos de chocolate com o creme, formando um desenho de espirais.

          Leve a torta de volta ao forno, a 160 graus, por 20 ou 25 minutos, até o creme firmar nas bordas: balance ligeiramente a fôrma - o creme deve se manter firme nas bordas e balançar levemente no centro.
          Retire a torta do forno e deixe esfriar.
          Leve à geladeira por pelo menos uma hora antes de servir.

          04 Apr 17:02

          Bolo {Bundt} de Brigadeiro!!!

          by Richie
          Vgreco51

          tarta


          Olás, tudo bem?
          Eu não sou muito fã de leite condensado, como vocês já devem ter percebido. Conheço pessoas que deixam uma caixinha com a ponta cortada na geladeira e, vez em quando [ou vez em sempre], vão lá tomar leite condensado no bico. Quando morava em república uma amiga sempre ficava brava quando eu usava leite condensado e enchia a latinha de água, ao invés de deixar pra ela raspar. Eu não consigo. É enjoativo demais, de arder a boca de tão doce!
          Já brigadeiro é outra história. Apesar de ser feito basicamente de leite condensado, eu não dispenso um bom brigadeiro. Aliás, tem dias que só a doçura infantil de um brigadeiro salva. E eu gosto de brigadeiro tradicional, feito com chocolate em pó, não com cacau. O cacau deixa o brigadeiro muito adulto, tira a graça. Achocolatado também não rola - doce demais. Eu gosto dos brigadeiros feitos com chocolate em barra também, mas convenhamos que, apesar de gostoso, aquele não é o brigadeiro que a gente comia quando criança. O sabor é tão bom quanto, mas é outro. É diferente, não tem memória afetiva.  
          Foi vendo receitas de Bundt Cake recheados que me lembrei do nosso bom e velho brigadeiro. Tem Bundt recheado com tudo o que você possa imaginar [cheesecake, manteiga de amendoim, geléias, etc.], mas não tem com brigadeiro. Então eu resolvi que meu próximo bolo de buraco no meio seria de chocolate [um bolo bem úmido e escuro de cacau], recheado com colheradas de brigadeiro tradicional [como se fosse uma versão realmente boa e verdadeira daqueles híbridos de panettone/ bolo recheados de pseudo-brigadeiro que existem por aí] e coberto com brigadeiro mole e claro, granulados. E foi o que eu fiz, na primeira oportunidade.
          É óbvio que todo mundo adorou, né? Espero que vocês também gostem!


          Bolo {Bundt} de Brigadeiro!
          [receita da massa retirada daqui, rende uma bolo de buraco no meio de 24cm de diâmetro e 8cm de altura]

          Ingredientes para o recheio de brigadeiro:
          1 lata de leite condensado - não economize no leite condensado, tem umas marcas aí que não viram brigadeiro de jeito nenhum!
          2 colheres de sopa de um bom chocolate em pó;
          1 colher de sopa de manteiga sem sal.

          Ingredientes para o bolo de chocolate:
          2 e 1/4 xícaras de farinha de trigo;
          3/4 de xícara de cacau em pó [não adoçado];
          1 colher de chá de bicarbonato de sódio;
          1 colher de chá de sal;
          240g de manteiga sem sal, em ponto de pasta;
          1 e 1/2 xícaras de açúcar;
          4 ovos;
          1 colher de chá de extrato de baunilha;
          1/2 xícara de leite;
          1/2 xícara de sour cream*.

          Ingredientes para a cobertura de brigadeiro mole:
          1 lata de leite condensado;
          2 colheres de sopa de um bom chocolate em pó;
          1 colher de sopa de manteiga;
          1/2 xícara de creme de leite;
          Granulados de boa qualidade, para decorar.

          Comece pelo recheio de brigadeiro:
          Em uma panela [eu gosto de anti-aderente e de boca larga] coloque todos os ingredientes. Leve ao fogo médio, mexendo sem parar com uma colher de pau. A mistura vai ferver e começar a engrossar. Mantenha no fogo, mexendo sempre [com cuidado para não pegar no fundo], até que o o fundo da panela comece a aparecer conforme você mexe.
          Retire do fogo e bata o brigadeiro com a colher de pau, para chegar no ponto de enrolar e ficar brilhante.
          Transfira para um prato e deixe esfriar completamente.
          Reserve.

          Prepare o bolo:
          Preaqueça o forno a 160 graus.
          Unte com manteiga uma fôrma de buraco no meio de 24cm de diâmetro e 8cm de altura. Polvilhe a fôrma com cacau em pó, espalhe e bata para tirar o excesso. Reserve.
          Em uma tigela peneire juntos a farinha, o cacau, o bicarbonato e o sal. Reserve.
          Na batedeira, em velocidade médio-alta, bata a manteiga com o açúcar até formar um creme claro e fofo [por uns 5 minutos]. Adicione os ovos, um a um, e a baunilha, batendo após cada adição. 
          Em uma xícara de medida misture o leite e o sour cream. Reserve.
          Diminua a velocidade da batedeira para baixa e junte a mistura de farinha em três adições, alternadas com a mistura de leite, em duas adições.
          Derrame 3/4 da massa** na fôrma preparada. Espalhe colheradas do brigadeiro totalmente frio sobre a massa, tomando cuidado para que o brigadeiro não encoste nas laterais da fôrma. Cubra com o restante da massa e alise a superfície com uma espátula. 
          Leve o bolo ao forno por 50 a 55 minutos, ou até que enfiando um palito de madeira no bolo ele saia limpo.
          Retire o bolo do forno, deixe esfriar por uns 15 minutos dentro da fôrma e então desenforme com cuidado, sobre uma gradinha, para terminar de esfriar.

          Enquanto o bolo assa, prepare a cobertura de brigadeiro:
          Em uma panela [eu gosto de anti-aderente e de boca larga] coloque todos os ingredientes. Leve ao fogo médio, mexendo sem parar com uma colher de pau. A mistura vai ferver e começar a engrossar. Mantenha no fogo, mexendo sempre [com cuidado para não pegar no fundo], até que o o fundo da panela quase comece a aparecer conforme você mexe - o ponto é um pouquinho anterior ao do brigadeiro do recheio, que é o de enrolar.
          Retire do fogo e adicione o creme de leite aos poucos, misturando bem, o suficiente para dar ponto de escorrer, mas sem ficar muito mole. Deixe esfriar um pouco.

          Cubra o bolo com a cobertura ainda morna de brigadeiro. Espalhe os granulados por cima.

          *Para fazer sour cream é facil: meça 1/2 xícara de creme de leite fresco, em temperatura ambiente. Junte 2 colheres de chá de suco de limão, misture ligeiramente e deixe descansar, em temperatura ambiente, por pelo menos uma hora.

          **No meu bolo eu segui as instruções da maioria dos Bundt Cakes recheados e espalhei o recheio após metade da massa, e não 3/4. Como o brigadeiro é pesado, ele desceu bastante e o recheio não ficou exatamente no meio, por isso aqui sugiro colocar 3/4 de massa, antes de espalhar o recheio.